La nuova stagione della Pallavolo Saronno

Pallavolo Saronno

La stagione di serie B 2017/18 ha visto primeggiare la Pallavolo Saronno aggiudicandosi il primo posto in classifica e l’automatica partecipazione ai play off. La società del presidente Berlusconi non può che essere soddisfatta dei risultati ottenuti, ed in vista di una possibile promozione in serie A2 si stava già adoperando per provare a confermarne la partecipazione se il campo avesse decretato il successo degli amaretti.

il risveglio brusco da questo sogno è stato causato principalmente da una serie di infortuni che hanno letteralmente falcidiato la squadra di coach Leidi, oltre ovviamente al livello tecnico elevato degli avversari incontrati; su tutti è giusto ricordare il grave incidente del palleggiatore Mattia Coscione poco prima dei play off, oltre a quelli di capitan Spairani e Falanga.

Ridimensionate in tempi brevi le aspettative della società, il Direttore Sportivo Roberto Munk e il Team Manager Davide Bagatin sono al lavoro per organizzare la nuova stagione 2018/19 nuovamente nella categoria di serie B.

Al timone degli amaretti, per il quarto anno consecutivo, coach Pierluigi Leidi, reduce da due annate esaltanti che hanno regalato alla Pallavolo Saronno la promozione in A2 (stagione 2016/17) e il primo posto in classifica (stagione 2017/18).

La parola d’ordine che riecheggia tra le mura del PalaDozio è solo una: RINNOVO; sì perché l’obbiettivo principale della Pallavolo Saronno per la stagione di serie B 2018/19 è quello di rinnovare quasi totalmente il roster, investendo maggiormente su giovani volti del vivaio saronnese e delle società limitrofe.
Un progetto improntato principalmente sulla filosofia del “lavorare intensamente in palestra” con un gruppo giovane che abbia la voglia di mettersi in gioco e la volontà di allenarsi a ritmi di lavoro intensi.

Il DS Roberto Munk spiega sinteticamente il nuovo progetto: ”la stagione conclusa ci ha visto primeggiare nel girone senza troppe difficoltà, ma poi per complicazioni non siamo riusciti nella salita in serie A2; è stata sicuramente un’annata positiva, ma con alcune sbavature che vogliamo correggere nella prossima stagione: vogliamo riportare la cultura del lavoro in palestra, una filosofia gratificante in primis per i nostri giocatori che affronteranno la stagione con maggiore soddisfazione e motivazione nell’allenarsi, per il gruppo che lavorerà nel rispetto di ogni singolo individuo che faccia parte dello staff tecnico, della dirigenza e della squadra. Una filosofia che porti il giocatore a combattere su ogni palla sia per il risultato, sia soprattutto per il frutto del lavoro svolto in settimana in allenamento.

Gli fa eco il Team Manager Davide Bagatin: “sono soddisfatto dei risultato raggiunto sul campo, ormai questa categoria la conosciamo bene e presteremo sempre attenzione alla posizione in classifica; da questa stagione voglio che le energie di tutti siano orientate nel creare un gruppo nuovo e giovane che abbia rispetto nell’impegno proprio ed altrui, un ambiente sereno ed appagante dove il giocatore si senta protagonista della stagione all’interno di un collettivo che abbia lo stesso obbiettivo e non dia troppa importanza al nome scritto dietro la maglia, ma a quello della società.

Quindi un’attenzione maggiore a creare un ambiente sereno dove società e squadra possano collaborare per raggiungere gli obbiettivi comuni, uno spazio dove tutti possano lavorare bene e siano soddisfatti del lavoro svolto e tale soddisfazione sia la molla per raggiungere buoni risultati; in questa visione comunque non manca la conferma di nomi noti ed esperti, prosegue Bagatin: “tre idee chiave in questo progetto: riconferma di elementi esperti e che nella scorsa stagione si sono messi in luce per il loro valore tecnico e soprattutto per la loro professionalità ed attenzione alla squadra e all’obbiettivo collettivo e non individuale, crescita di risorse giovani già testate nella scorsa stagione che avranno la possibilità di cimentarsi in prima linea quest’anno ed investimento su elementi giovani ed emergenti di altre realtà limitrofe a Saronno.

Comunicato stampa del 16/06/2018
Michela Garofalo
Pallavolo Saronno

Pallavolo Saronno