Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Benin - Saronno Km0

Notizia letta 3208 volte
Articolo in: - Associazioni   - Comunicati  

Saronno

Dire Fare Mangiare Saronno 06/05/2011

Benin - Saronno Km0 Dire Fare Mangiare Saronno

L'evento organizzato dal gruppo di volontari " Dire Fare Mangiare" si terrà venerdì 20 Maggio 2011 a Saronno presso la scuola elementare "Damiano Chiesa" in via A. Buraschi 9 (zona Cascina Ferrara).

 

Venerdì 20 maggio · 19.30
Saronno - Scuola Damiano Chiesa

Benin - Saronno Km0

La cena inizierà alle ore 19,30 ed è consigliata la prenotazione via mail direfaremangiare.saronno@hotmail.it o telefonicamente al 392-2441933 entro lunedì 16 maggio 2011.

La cena sarà preparata dagli allievi del corso Aiuto Cuoco della scuola IAL CISL di Saronno e sarà realizzata con prodotti a “chilometro zero”, cioè alimenti forniti da aziende del territorio selezionate dai GAS (Gruppi di Acquisto Solidali) di Saronno. Per la cena si richiede un contributo di minimo euro 15, importo che corrisponde al sostentamento e alla formazione di una delle donne del Benin.

Nella serata inoltre verranno proposti un video ed una mostra che illustreranno la condizione sociale ed economica del Benin, materiale promozionale ed informativo di Mani Tese e musica etnica del Maestro Abdoullay Traore del Burkina Faso. La serata musicale avrà inizio alle ore 21 con ingresso libero.

L'evento sarà aperto a tutte le persone che vorranno contribuire, insieme a noi, al sostegno del progetto di cooperazione allo sviluppo in Benin di Mani Tese.

direfaremangiare.saronno@hotmail.it
Cell. 392-2441933

 

 

  http://www.facebook.com/event.php?eid=211122802240#...]

 

Il progetto VOLONTARI FUORI DAL COMUNE, nell'ambito di Giovani Energie in Comune, è promosso dal Dipartimento della Gioventù - Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). È un progetto realizzato dai Comuni di Saronno, Samarate, Somma Lombardo e Vergiate con il Centro di Servizi per il Volontariato della provincia di Varese, con Mani Tese Ong Onlus e con l’Assessorato al Lavoro e Politiche Giovanili della Provincia di Varese.
L'obiettivo è quello di sensibilizzare i giovani all’impegno civile, con un’attenzione particolare alle tematiche dello sviluppo sostenibile e della cooperazione internazionale.
A Saronno si è costituito il gruppo “Dire Fare Mangiare" formato da giovani provenienti da Saronno e dintorni di età compresa tra i 15 e 25 anni.

Dopo un primo momento di formazione sui temi del volontariato e della cooperazione internazionale a cura di Cesvov e Mani Tese, i giovani, accompagnati da operatori e collaboratori dell’InformaGiovani del Comune di Saronno, hanno scelto di organizzare un evento sul tema della sovranità alimentare. Si intende, cioè, sostenere il diritto delle persone, delle comunità e dei popoli a definire le proprie politiche di produzione, distribuzione e consumo di cibo in modo da garantire dignità e alimentazione di qualità per tutti.

L’intento del gruppo è quello di sensibilizzare coetanei e adulti del territorio su questo tema, sollecitando riflessioni sulle proprie scelte e abitudini quotidiane, con una serata in cui si condividerà una cena con prodotti a “chilometro zero” seguita da uno spazio musicale con Abdoullay Traore, Maestro di percussioni del Burkina Faso. Saranno inoltre presentati un video ed una mostra realizzati dai volontari stessi sul progetto che hanno scelto di sostenere: l’attività di coltivazione e commercializzazione della manioca da parte di un gruppo di donne dell’Atacora in Benin, progetto di cooperazione allo sviluppo proposto da Mani Tese.

Il Benin è uno dei Paesi più poveri del mondo, in cui la sopravvivenza è strettamente legata al possesso delle terre. Retaggi culturali escludono le donne dalla proprietà degli appezzamenti, costringendo molte di loro a condizioni di vita difficili. L'alimento base, la manioca, è il motore di sviluppo e in questo contesto nasce il progetto di Mani Tese che ha come obiettivo il sostegno alle attività di trasformazione e commercializzazione della manioca da parte delle associazioni femminili del villaggio dell'Atacora. L'impegno delle donne sarà quello di migliorare in quantità e qualità la produzione della materia prima. Grazie a questo progetto oltre 600 donne potranno lavorare, sfamare i propri figli e farsi promotrici di un vero sviluppo. Queste donne e queste madri, grazie al lavoro, conquisteranno rispetto, autonomia e libertà. Garantiranno a tutta la loro famiglia una qualità di vita migliore.

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.