Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Fotovoltaico a Saronno

Notizia letta 1487 volte
Articolo in: - Ambiente  

Saronno

Ambiente Saronno Onlus 09/03/2010

Fotovoltaico a Saronno Ambiente Saronno Onlus

Installare Un Sistema Di Pannelli Fotovoltaici Sul Tetto Della Propria Abitazione È Una Scelta Che Richiede Di Considerare Diversi Parametri.
I Principali Sono:
Ritieni che il problema dell'energia nel mondo riguardi sempre altri o vuoi fare anche tu qualcosa?
Ritieni che il costo dell'energia sia destinato a crescere nei prossimi anni?
Hai constatato che le temperature medie e le giornate di sole in un anno tendono ad aumentare
Il tuo tetto è rivolto a sud o a sud-est o a sud-ovest?
La parte che non riceve ombre da alberi o camini ecc. ha una superficie di almeno 15 metri quadrati?
Se è tutto O.K. si può proseguire.

 

LegambienteSaronno intende creare nei prossimi mesi un gruppo di acquisto tra diverse famiglie interessate al fotovoltaico con lo scopo di arrivare all'installazione eseguendo le scelte migliori.

Alcuni dati sintetici:
Il conto energia prevede di riconoscere per ogni Chilovattora prodotto dal tuo impianto 0,42 euro per 20 anni.
Inoltre tutta l'energia prodotta in un anno dal tuo impianto la puoi scalare dalla bolletta del tuo contatore così che, per esempio, se hai consumato 3000 KWH in un anno e hai prodotto 3000 KWH con il tuo impianto non paghi nulla all'ENEL.
I valori dell'esempio sono significativi perché mediamente una famiglia consuma quel valore e, mantenendo lo stesso esempio, per produrre una pari cifra di KWH serve installare sul tetto una potenza, per Saronno, di circa 2,7 KW di picco.
Tale impianto richiede circa 18 mq. Di tetto e costa circa 19000 euro.
A questo punto occorre parlare di redditività e costi dell'impianto.
Le scelte sono due: o i soldi li sborso io e facendo a meno del finanziamento delle banche ( che ti chiedono circa il 4% di interessi) otterrò un beneficio economico maggiore oppure, se non voglio sborsare nemmeno un euro:
ancora due scelte:
scegliamo il miglior fornitore di fotovoltaico e la migliore offerta bancaria che all'incirca si sviluppa così:
prestito al 4% in 10 o 15 anni
in 10 anni dovrei pagare una differenza tra soldi ricavati dal gestore di rete e rimborso del mutuo di circa 30 euro al mese (in pratica una bolletta un po più cara ma per 10 anni al costo dell'energia di oggi! Mi azzarderei a dire che continueresti a pagare la tua normale bolletta)
per altri dieci anni oltre che non pagare più bollette ENEL avrai un'entrata di (per 3000 KWH prodotti)—3000 X 0,42 = 1260 euro ogni anno.

Con il finanziamento in 15 anni (che consiglio) l'incentivo del gestore equivale circa alla rata del finanziamento, se l'impianto è progettato per produrre circa quanto consumo in un anno avrò in più da subito che non pagherò più la bolletta ENEL per 20 anni e più (fino alla vita dei pannelli, sempre maggiore di 20 anni) ed ancora in più avrò che tra 15 anni, esaurito il mutuo, arriverà tutto l'incentivo dal gestore nelle mie tasche per 5 anni ancora.
Il tutto è molto sintetico, ma si può già intuire che, oltre a risvolti etici di tale scelta, essa è anche economicamente vantaggiosa, anche per chi non vuole anticipare soldi propri.
(fonte: Legambiente Tradate)

 

 

  http://www.ambientesaronno.it/blog/2010/03/fotovol#...]

 

 

 

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.