Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Il M5S per la rimozione della storia

Notizia letta 2714 volte
Articolo in: - Politica  

Saronno

Giuseppe Nigro 25/11/2013

Il M5S per la rimozione della storia Giuseppe Nigro
È in discussione in questi giorni presso la VII commissione della Camera, la commissione cultura, un progetto di legge sull'istituzione del premio biennale di ricerca Giuseppe Di Vagno per la conservazione della memoria del deputato socialista assassinato il 25 settembre 1921. Giuseppe Di Vagno, soprannominato da Filippo Turati "il gigante buono" per la sua statura, parlamentare socialista era stato eletto nel nome dei "pezzenti e diseredati" del Sud per i quali si era battuto durante il primo Novecento, riuscendo ad ottenere dal Governo Giolitti, l'avvio dei lavori per l'Acquedotto Pugliese.
 

Fu ucciso nel settembre del '21 a Mola di Bari, al termine di un comizio elettorale da una squadraccia fascista guidata da Peppino Caradonna.

I deputati del Movimento 5S, post-ideologici, come si definiscono non trovano niente di meglio che presentare il seguente emendamento: “sopprimere le parole:”; “sopprimere la parola”; “sostituire le parole con”. La parola da sopprimere, inutile dirlo, è "socialista".

Quando in futuro si prenderà a ricostruire la storia del ceto politico della XVII legislatura dovremo dire che i post-ideologici, come gli antichi romani aspirano a desertificare la storia di quelli che ritengono nemici. Pensare di estirpare la parola socialista pure dalla storia come vorrebbero fare il M5S è solo segno di imbarbarimento e incultura politica.

Forse, gli italiani si meritano di meglio e sicuramente almeno il rispetto per chi si è sacrificato per la giustizia, l'uguaglianza, la fraternità, contro la barbarie dei movimenti totalitari. Chiedo scusa per la retorica. Ma a volte è indispensabile.

 

 

  http://giuseppenigro.blogspot.it/2013/11/il-m5s-pe#...]

 

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.