Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Se il torrente Lura non lambisce l'Europarlamento

Notizia letta 1931 volte
Articolo in: - Politica  

Saronno

Augusto Airoldi 03/03/2010

Se il torrente Lura non lambisce l'Europarlamento Augusto Airoldi

Evidentemente il torrente Lura non lambisce l'Europarlamento.
E' questa la sconsolata conclusione alla quale giungo leggendo le dichiarazioni di Lara Comi in merito alla petizione per il risanamento del Lura, da me condivisa durante la riunione con i 5 candidati alla carica di Sindaco del comune di Saronno. Che un parlamentare europeo della mia città sia contraria a sollecitare la Regione a mantenere l'impegno di migliorare lo stato di salute del torrente Lura, lascia sconcertati.

 

La mozione di Alberto Paleardi chiede una cosa molto semplice: che la regione rispetti gli impegni presi e porti il livello qualitativo delle acque del Lura a "buono". Non è una nostra trovata elettorale. E' un impegno previsto dalla direttiva 60/2000 della Comunità Europea, come recepita dalla legge 152/2006 all'art 77 . Secondo il dettato di tale articolo, la Regione Lombardia è già inadempiente in quanto avrebbe dovuto conseguire lo stato qualitativo "sufficiente" entro il 31/12/2008.

Rinviare ora al 2027 l'impegno al raggiungimento del livello "buono", oggi previsto per il 2015, significa rinviarlo sine die. Forse Comi dimentica che nel 2015 il nostro territorio sarà sotto i riflettori del mondo con l'Expo. Possiamo permettere che Saronno e il saronnese presentino il bacino del Lura non come un'attrazione naturalistica, ma come una cloaca e cielo aperto? Personalmente sono convinto di no, ma attendo che l'onorevole Comi si pronunci.

Per quanto riguarda il tavolo di lavoro proposto dalla Comi, mi vedo costretto a rammentarle che questo esiste già. E dal lontano 2004. Si chiama "CONTRATTO DI FIUME OLONA - BOZZENTE - LURA". E' sottoscritto da tutti i soggetti istituzionali interessati (Regione Lombardia, Amministrazioni Comunali (77 tra cui Saronno, nda), Amministrazioni Provinciali di Milano, Varese e Como, Ambiti Territoriali Ottimali (ATO) di Milano (Provincia), Varese e di Como, ARPA Lombardia, Autorità di Bacino del fiume Po, Agenzia Interregionale per il Po (AIPO), Ufficio Scolastico Regionale Per la Lombardia). E' quindi qualcosa di ben più cogente del tavolo di lavoro di cui parla. Peraltro, sarei curioso di sapere se la proposta dell'on. Comi non sottintenda una sconfessione dell'operato del presidente Formigoni che, stando al dettato dell'art 6, fa parte del Comitato di coordinamento del Contratto di Fiume ed ha l' obbligo di convocarlo invitando tutti i sottoscrittori almeno una volta all' anno.

Qui non si tratta di istituire tavoli, ma di mantenere gli impegni presi.

Altro dato estremamente interessante fornito sempre da Lara Comi sono i 14 milioni e 190mila € che la Regione avrebbe erogato nell' ambito del contratto di fiume, che ha come primo obiettivo strategico il risanamento delle acque anche del torrente Lura. Le saremmo molto grati se spiegasse ai saronnesi a cosa sono serviti: l' acqua del nostro torrente, è ben visibile da tutti, presenta un livello di qualità pessimo sia prima che dopo le somme che sarebbero state spese spese.

Purtroppo le elezioni regionali si avvicinano. E mentre il torrente Lura muore, il presidente Formigoni inaugura.

Se Lara Comi ritornerà sui suoi passi, i saronnesi non potranno che esserne contenti.

 

 

  http://augustoairoldi.blogspot.com/2010/03/se-il-t#...]

 

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.