Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Sulle tracce di Stefano Maria Legnani detto Il Legnanino

Notizia letta 2752 volte
Articolo in: - Arte e Cultura   - Associazioni  

Saronno

Associazione Paolo Maruti Onlus 04/06/2011

Sulle tracce di Stefano Maria Legnani detto Il Legnanino Associazione Paolo Maruti Onlus

Gita culturale a Torino - Sabato 25 Giugno 2011
Torino è la città che si è attivata per prima per promuovere il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, restaurando alcuni luoghi, ricostruendo il primo Senato del regno, promuovendo a Venaria la grande esposizione d'arte che andrà poi a Firenze, mostre in gallerie non istituzionali e ora questa che farà da corollario alla riapertura degli appartamenti barocchi di Palazzo Carignano, dello scalone monumentale e delle segrete.

 

Torino, città sabauda. Certo, di solito si pensa a Torino come a una città contegnosa, consapevole d'essere stata capitale del Regno d'Italia. Stanno a dimostrarlo i palazzi ottocenteschi, le piazze e le ampie strade alberate: 18 sono i chilometri di portici, una passeggiata senza fine, scandita da gradevoli ritualità: il vermouth per l'aperitivo; il bicerin nei caffè storici; le delizie di cioccolato e pasticceria. Torino, però, ha anche saputo rinnovarsi, - complici le Olimpiadi del 2006 e altri grandi eventi, - costruendosi una nuova realtà di città della cultura e del gusto.

Il suo fulcro è piazza Castello dove palazzo Madama è l'edificio che riassume in sé la storia torinese, dall'età romana all'Ottocento. Da qui, entro breve raggio sono concentrati tutti i monumenti più importanti: il Palazzo Reale, con l'Armeria, m il Duomo, con la cappella della Sacra Sindone, la più importante reliquia della Chiesa Cattolica. Altro punto focale del centro è piazza S. Carlo: strada facendo, seguendo via Roma, si trova palazzo Carignano, sede del primo Parlamento italiano, oggi del Museo del Risorgimento. Si segnalano inoltre il palazzo dell 'Accademia delle Scienze, il Museo delle Antichità Egizie, una delle maggiori attrazioni di Torino, secondo solo a quello del Cairo, e la Galleria Sabauda, collezione pittorica importantissima, dove si conserva una fedelissima veduta della città a metà Settecento.

A questa lista non può mancare la Mole Antonelliana, monumento simbolo della città: al suo interno, il Museo Nazionale del Cinema, unico nel suo genere per ambientazione e ricchezza. La Mole domina la zona attraversata da via Po, che s'allunga verso il fiume. Oltre il ponte Vittorio Emanuele I s'innalza la chiesa della Gran Madre, che al calare del sole risalta luminosa sullo sfondo dei Murazzi, le banchine del Po, palcoscenico della movida estiva dall'aperitivo fino a notte fonda.

Il discorso si sposta così sulla città del divertimento, che offre scenari inconsueti come Porta Palazzo: di giorno è la zona del mercato alimentare; di sera diventa un quartiere animato da un'infinità di locali, spesso di cucina etnica. Altro punto caldo è il Quadrilatero Romano, tra Porta Palazzo e via Garibaldi, che invece si segnala per i locali di raffinata proposta enogastronomica e le boutiques di moda giovane. Allargando il raggio, il parco del Valentino è uno dei luoghi prediletti dai torinesi, con il il grazioso borgo medievale in riva al Po e il Castello, riconosciuto Patrimonio Mondiale Unesco al pari delle altre residenze sabaude, urbane ed extraurbane. Infine, sempre tra cultura e gusto, il Lingotto, storico stabilimento Fiat, oggi complesso multifunzionale, noto soprattutto per il Salone del Gusto, che ha fatto di Torino una vera capitale dei sapori, con un calendario inesausto di eventi enogastronomici.


PROGRAMMA DI VIAGGIO
 - Ore 08.15 Ritrovo presso Piazza della Repubblica (Saronno)
 - Ore 08.30 Partenza
 - Ore 10.45 Arrivo a Torino
 - Ore 11.00 e ore 11.30
2 gruppi di 25 persone
Visita guidata di Palazzo Carignano (durata 45’/un’ora)
 - Ore 12.30 Trasferimento a piedi al ristorante Chez Gaby (10 minuti a piedi)
 - Ore 12.30/14.30 pranzo libero o in alternativa al ristorante Chez Gaby (in supplemento)
 - Ore 14.30 Trasferimento a piedi alla Cappella della Pia Congregazione dei Banchieri e dei Mercanti (una passeggiata di 20 minuti)
 - Ore 15.00 Visita guidata della Cappella (un’ora circa)
 - Ore 16.00 Trasferimento a piedi a Palazzo Barolo (5 minuti a piedi)
 - Ore 16.15 Visita guidata di Palazzo Barolo (circa 45 minuti)
 - Ore 17.00 Termine della visita, raggiungimento del pullman e rientro a Saronno
 - Ore 19.30 Arrivo previsto a Saronno

 

 

 

  http://www.associazionemaruti.it#...]

 

Associazione Paolo Maruti Onlus
Vicolo Santa Marta, 9
21047 SARONNO VA
www.associazionemaruti.it
Tel. 02-960.32.49
Fax 02-967.07.884
ORARI SEGRETERIA:
dal lunedì al venerdì dalle ore 09.30 alle 12.30
e dalle ore 16.00 alle ore 19.00

Link alla fonte o sito di riferimento

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.