Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

TARES meno cara per genitori che lavorano con figli piccoli

Notizia letta 2069 volte
Articolo in: - Politica  

Saronno

Angelo Veronesi - Lega Nord Saronno 25/06/2013

TARES meno cara per genitori che lavorano con figli piccoli Angelo Veronesi - Lega Nord Saronno
La Lega Nord saronnese riporta la questione della promozione della famiglia in Consiglio Comunale con un emendamento per ridurre la TARES per le famiglie con genitori che lavorano per accudire i propri figli. Questa Amministrazione non sta facendo niente per le famiglie e l'odiata tassa sui rifiuti colpisce ancora una volta coloro che pagano già le tasse. Il Regolamento della TARES prevede già delle riduzioni per le utenze domestiche. Perchè non prevedere una riduzione anche per tutte quelle famiglie che hanno padri e madri che lavorano con figli piccoli e fino all'età dell'obbligo scolastico?
 

I genitori sono fuori casa per buona parte della giornata ed il loro datore di lavoro già paga la loro quota di TARES.

I figli stanno al nido o all'asilo o a scuola per buona parte della giornata, i genitori pagano già la propria quota per mantenerli in questi Enti che a propria volta pagano la loro quota di TARES per i rifiuti che producono i figli.

La Lega propone qualcosa di concreto a favore delle famiglie con figli chiedendo di ridurre la TARES in base al numero di genitori che lavorano e al numero di figli.

La nostra proposta è stata presentata ieri proponendo delle percentuali di riduzione della tassa. Una tassa di cui oggi non si conosce ancora bene l'ammontare previsto.

La Lega sta chiedendo di dare respiro a tutte quelle famiglie che pagano le tasse e non hanno in cambio alcun aiuto da parte di questa Amministrazione che ha preso di mira le famiglie.

Angelo Veronesi

 

 

  http://www.legavarese.com/saronno#...]

 

Il nostro emendamento:

Alla c.a. Presidente del Consiglio Comunale
e p.c.
Consiglieri Comunali, Sindaco e Giunta

Oggetto: Emendamento in base al Regolamento per il Consiglio Comunale in merito al Regolamento TARES

In base al Regolamento per il Consiglio Comunale

Considerato che
questa Amministrazione sostiene di essere a favore della famiglia,

Visto che
quando i genitori lavorano risulta impossibile per loro rimanere a casa per gran parte della giornata ed i figli sono ospitati in nido, asili o nelle scuole dell'obbligo per almeno buona parte della giornata, per cui la TARES risulta già pagata dal datore di lavoro dei genitori o dall'ente che ospita i figli quando una famiglia ha un disabile in casa presenta diverse difficoltà, fra le quali quelle economiche

Considerando che
il Regolamento non prevede cifre, che saranno determinate dalla Giunta, e quindi risulta impossibile nei fatti stimare l'entità per i ricavi della TARES e risulta impossibile proporre un parere contabile, propongo delle cifre percentuali indicative per le riduzione, da rivedere in opportuna sede di bilancio da parte del Consiglio Comunale

Chiedo
di mettere in votazione il seguente emendamento che propone un'aggiunta di due lettere "d" ed "e "al punto 1 dell'art 23 del Regolamento TARES e una ulteriore aggiunta di tre lettere "f", "g" e "h" al punto 2 dell'art 23 medesimo.
1. Le riduzioni tariffarie sono determinate in relazione ai seguenti criteri: a - (...)
(AGGIUNTA) d - all'uso familiare dell'abitazione per accudire i figli fino all'età dell'obbligo scolastico
(AGGIUNTA)  e - all'uso familiare dell'abitazione per accudire familiari disabili.

"2. La tariffa si applica in misura ridotta, nella quota fissa e nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:"
a- (...)

(AGGIUNTA) f - famiglie con due genitori che lavorano e figli in età di nido, asilo o scolare dell'obbligo: riduzione di una percentuale non inferiore al 50% per il primo figlio, riduzione maggiorata non inferiore al 75% dal secondo figlio in avanti
(AGGIUNTA) g - famiglie con almeno uno dei genitori che lavora e figli in età di nido, asilo o scolare dell'obbligo: riduzione di una percentuale non inferiore al 25% per il primo figlio, riduzione maggiorata non inferiore al 50% per il secondo figlio, riduzione ulteriormente maggiorata non inferiore al 75% per il terzo figlio in avanti

(AGGIUNTA) h - famiglie con un familiare disabile a carico: riduzione di una percentuale non inferiore al 75%

Ringraziando per l'attenzione e la disponibilità, colgo l'occasione per porgere distinti saluti

 

 

 

Tags:

 tares

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.