Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Weekend al Pasta: Mauro Astolfi, Ottavia Piccolo e Le Nozze di Figaro

Notizia letta 2386 volte
Articolo in: - Spettacolo  

Saronno

Teatro Giuditta Pasta - Saronno 14/03/2011

Weekend al Pasta: Mauro Astolfi, Ottavia Piccolo e Le Nozze di Figaro Teatro Giuditta Pasta - Saronno

Nel prossimo weekend c'è l'imbarazzo della scelta al Giuditta Pasta: tre sere di spettacolo, tre3 appuntamenti completamente diversi.
Le coreografie di Mauro Astolfi saranno l'elemento scenico principale sulle note delle Quattro Stagioni si Vivaldi. Ottavia Piccolo narrerà la vicenda della giornalista Anna Politkovskaja ed incontrerà il pubblico nel foyer del teatro.
Domenica è in programma il secondo appuntamento con "l'Opera tascabile"; La compagnia AsLiCo presenterà un classico della produzione mozartiana: Le Nozze di Figaro.

 

Si comincia venerdì 18 con le coreografie di danza contemporanea elaborate da Mauro Astolfi, il quale per l'occasione ha scelto le famosissime musiche di Vivaldi per accompagnare le sue "Quattro stagioni".
"Dietro l'apparente quadro iconografico rappresentato dal susseguirsi delle stagioni, con tutta la simbologia annessa, si percepisce un significato molto profondo, meno visibile, ma che arriva a toccare piani molto vasti e meno soggettivi. Le mie Quattro Stagioni abitano un piccolo spazio, sembra una casetta, una nave, un albero... È un posto misterioso da cui osservare le stagioni che mutano, un posto da dove partecipare in prima persona al ciclo della natura che si rinnova." (Mauro Astolfi)

Sabato 19 Ottavia Piccolo (che alle ore 18.00 incontra il pubblico nel foyer del teatro) in "Donna non rieducabile" racconta a teatro la vicenda personale e professionale di Anna Politkovskaja, giornalista russa assassinata nel 2006. Grazie al palcoscenico torna in vita una voce libera, un punto di vista scomodo.
"Dopo il crollo del Regime sovietico, la Russia sembrava avviata verso una nuova democrazia. L'assassinio di Anna Politkovskaja ha allungato un'ombra terribile su questa illusione. Anna non era una militante politica, era una giornalista. Una giornalista e una donna, senza alcuna mira di potere o altro, se non quello di portare avanti, con tenacia e determinazione, il proprio mestiere. Il suo fu uno sguardo aperto, senza prevenzioni né compromessi, su quanto avveniva nel suo paese, partendo dalla lontana Cecenia, per arrivare a incontrare i momenti più terribili della recente storia russa." (dalle note di regia di Silvano Piccardi)

Per concludere, domenica 20 alle ore 20.30, secondo appuntamento con "l'opera tascabile" targata AsLiCo: il protagonista è Mozart, il grande genio austriaco morto a soli 35 anni, lasciando pagine indimenticabili nella storia della musica. La composizione de "Le nozze di Figaro" fu fortemente sostenuta dall'imperatore illuminato Giuseppe II, che cercava nuove alleanze nella borghesia fustigando i privilegi della classe aristocratica.
Mai compito fu così pienamente ottemperato dai libertini Mozart e Da Ponte, che seppero liberare l'opera dagli stereotipi della commedia dell'arte, dando spessore psicologico ad indimenticabili personaggi ed allargando con sapienza il territorio musicale dell'opera buffa.

 

 

  http://www.teatrogiudittapasta.it#...]

 

Teatro Giuditta Pasta Spa (in liquidazione)
via I maggio snc - 21047 Saronno VA
Tel: +39 02.96.70.19.90 Fax: +39 02.96.70.20.09
segreteriaorganizzativa@teatrogiudittapasta.it
ufficiostampa@teatrogiudittapasta.it
www.teatrogiudittapasta.it

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.