Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

A Saronno nasce la libreria solidale

Notizia letta 4613 volte
Articolo in: - Libri  

Saronno

FM 04/07/2012

A Saronno nasce la libreria solidale FM
Libreria Pagina 18 è da anni impegnata, oltre che nella propria naturale attività commerciale, nell'organizzazione di iniziative culturali che hanno portato e portano in città occasioni di incontro nel segno della cultura, della riflessione e della convivialità. Il nuovo progetto di Giulio Bonetti e Carla Pinna, titolari della Pagina 18, è teso a riportare i lettori saronnesi verso le classiche librerie indipendenti, sempre più schiacciate dalla concorrenza asfissiante delle grandi catene di distribuzione sia nazionali, sia internazionali.
 

Creiamo una comunità solidale per la città offrendo al cliente la possibilità di devolvere il 5% del prezzo di copertina ad associazioni senza fine di lucro del saronnese.
Una semplice dichiarazione del cliente è sufficiente per far destinare la cifra all'associazione prescelta e sono stati così raccolti oltre duemila Euro distribuiti ad una trentina di associazioni tra le quali Attac Saronno, Emergency, Il Clandestino, Asvap...

Le difficoltà di questo particolare momento hanno portato i titolari a rivolgere un accorato appello a clienti ed amici affinché acquistino i libri per l'estate con lo sconto del 10% (e l'elargizione del 5% alle associazioni) alla Pagina 18, dando così un segno tangibile della loro vicinanza  creando una vera e propria comunità in continua crescita e della quale fanno e faranno parte coloro che sanno apprezzare realmente l'opera di divulgazione culturale che Carla e Giulio portano avanti, senza limitarsi alle ormai fin troppo frequenti dichiarazioni di amicizia, stima e ammirazione piene di buoni propositi ma fini a sé stesse.

L'Italia è l’unico paese in Europa in cui le grandi case editrici hanno anche catene di distribuzione. Possono permettersi di applicare sconti fino al 25% in barba alla legge che non consente sconti superiori al 15%; il trucco è semplice: applicano lo sconto alla novità o al singolo titolo per brevi periodi e tutto ciò, chiaramente, a danno delle piccole librerie.

L'augurio è che Pagina 18, e le altre simili realtà del territorio nazionale, possano non solo sopravvivere, ma continuare a fornire il loro prezioso aiuto alla cultura in un Paese in cui l'opera di chi ha a cuore la diffusione della cultura e della socializzazione prevalga sulle logiche da supermercato che stanno strozzando le librerie indipendenti e tante altre piccole attività che da sempre hanno contribuito in maniera capillare e determinante allo sviluppo dell'Italia.

Dieci libri per l’estate consigliati dalla Pagina 18:
 1 - La libreria dell'armadillo - Alberto Schiavone - Rizzoli
 2 - Dirk Gently agenzia investigazione olistica - Douglas Adams - Mondadori
 3 - L'incredibile storia di Soia e Tofu - Pallavi Aiyar - Feltrinelli
 4 - Romanzo per signora - Piersandro Pallavicini - Feltrinelli
 5 - La serie di Agatha Raisin - Astoria editore: Agatha Raisin e la quiche letale; Agatha Raisin e il veterinario crudele; Agatha Raising e la giardiniera invasata; Agatha Raisin e i camminatori di Dembley;
 6 - Fantasmagonia - Michele Mari - Einaudi
 7 - Storie di fantasmi per il dopocena - Jerome K. Jerome - Mattioli 1885
 8 - Umberto Dei biografia non autorizzata di una bicicletta - Michele Marziani - Cult
 9 - Di passaggio - Jenny Erpenbeck - Zandonai Editore
10 - Storia dei capelli - Alan Pauls - Sur Edizioni


Perchè fare acquisti in una piccola libreria indipendente, in una attività economica indipendente?
Quando acquistate in una piccola libreria indipendente,o in qualsiasi altra piccola realtà del vostro paese, l’intera comunità ne trae beneficio sotto molteplici aspetti...
 - Economicamente
 - Parte del denaro speso localmente rientra in circolo nella comunità, grazie alle imposte locali e alle addizionali
 - Le piccole realtà agiscono in un’ottica più lungimirante di quella dei grandi gruppi,costretti a fornire elevati utili ai propri azionisti, a qualunque costo (con risultati sotto gli occhi di tutti, di questi tempi….)
 - L’ambiente
 - Comprare locale significa meno packaging, meno trasporti, meno traffico e inquinamento
 - Fare acquisti in un centro storico anziché in un centro commerciale vuol dire meno infrastrutture da costruire in aperta campagna, meno costi per il loro mantenimento, più denaro a disposizione per la vostra comunità
 - La comunità
 - Il negoziante di una piccola realtà è vostro amico e vicino, sa consigliarvi e darvi attenzione come persona, prima che come cliente. Molte volte conosce voi e i vostri figli da decenni, e viceversa!
 - Le piccole realtà del vostro paese contribuiscono a sostenere le attività di scuole e organismi di carità, versando in beneficenza molto più delle catene, in proporzione.
 - I centri storici esistono da secoli, le piazze sono sempre state il fulcro della comunità, il luogo per incontrare persone e dare vita a nuove idee. Se i centri storici si svuotano, il degrado, sociale e culturale, avanza.
 - Più piccole librerie, più editori indipendenti . Equazione semplice per contribuire a creare una offerta culturale variegata, valore sostenuto anche dalla Comunità Europea
 - Più piccole realtà significa più scelta, più diversità culturale, la possibilità di dare vita in ogni paese ad una comunità come nessun’altra, non standardizzata e omologata.

Libreria Atlantide, indipendente dal 1993

Libreria Pagina 18 Caffè Letterario
Via Castellaccio, 6  - 21047 Saronno
tel. 02 96701471
www.libreriapagina18.it
orario: martedi/sabato 10,00/19,00

PAGINA 18

 

 

 

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.