Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Il Rugby a Cogliate: piccoli scorpioni crescono

Notizia letta 4164 volte
Articolo in: - Sport  

Cogliate

Redazione 28/09/2010

Il Rugby a Cogliate: piccoli scorpioni crescono Redazione

Lo confessiamo, noi di Saronnopiu.com abbiamo un debole per il Rugby. Portare avanti una palla ovale senza mai passarla in avanti; dimostrare la propria forza nel rispetto delle regole; affermare il proprio valore in un gioco in cui la mente può valere più della forza fisica...
A Cogliate ritroviamo i valori del Rugby e dello sport grazie ad una squadra di giovanissimi creata da un gruppo di volontari dell'IC. C. Battisti.

 

Gli scorpioni sono reduci dalla festa di inizio stagione e dalla doppia gara con il Rho e presto inaugureranno il nuovo campo di gioco di Cogliate.
Aspettando piacevoli novità dal pianeta ovale, riportiamo alcuni dei principali contenuti del sito ufficiale degli Scorpioni.

 

Lo scorpione, simbolo della squadra
Il 30 gennaio 2009, durante la prima cena sociale del Rugby Cogliate, i bambini hanno scelto lo scorpione come simbolo della società!

Lo scorpione, apparso circa 350 milioni d'anni fa, sembra voler sfidare le leggi dell'evoluzione dato che la sua forma non ha subito alcun mutamento come se il suo corpo fosse, già dall'inizio, perfetto per il suo stile di vita.
Se per i moderni zoologi rappresenta un affascinante enigma, pure l'immaginazione dei nostri progenitori fu colpita dall'aspetto e dal modo di vivere di questo animale che, senza essere nè rettile nè insetto, è tuttavia caratterizzato da entrambe le nature.
Lo scorpione non attacca mai per primo, però se viene provocato sa reagire in modo determinato e sicuro.
Lo scorpione è un essere estremamente coraggioso, non violento ma preparato alla difesa; capace di autodeterminarsi piuttosto che essere vittima di qualcun altro.
Lo scorpione è anche simbolo dell'individuo che riesce ad essere se stesso anche quando si trova di fronte a degli ostacoli

Perché il rugby?
PROGETTO RUGBYIl rugby è considerato uno tra gli sport con maggiore valenza educativa, molto praticato nei paesi anglosassoni dove è materia di insegnamento a scuola, ed è tra i quattro sport di squadra che contano il maggior numero di tesserati al mondo.

A rugby possono giocare tutti: piccoli, magri, grossi, alti e bassi, non c'è distinzione né di razza né di sesso. La valenza educativa è insita in alcuni particolari del gioco: la palla che si deve passare sempre indietro, metaforicamente lo sguardo al passato per costruire il futuro; la presenza dell'aggressività nel suo significato etimologico di andare incontro all'altro, l'avversario come compagno di gioco e non come nemico; tre modi diversi di fare punto che rappresentano il pensiero, la scelta, il calcolo. La meta da raggiungere, in altre parole imparare a porsi degli obiettivi, la cooperazione per raggiungerla, antitesi all'individualismo culturale imperante. E poi lo stare insieme, il contatto, le regole il rispetto per l'altro.

L'utilizzo del rugby come strumento educativo, assume perciò il significato di aiutare gli alunni nella costruzione della sicurezza di sé e della propria autostima, un ulteriore strumento che può arricchire la personalità degli stessi. Oltre ad offrire la possibilità di conoscere uno sport diverso da quelli proposti dal nostro contesto culturale, crediamo che il rugby possa modificare in positivo la personalità dei ragazzi che lo praticano, spingendo i più timidi a mitigare le proprie insicurezze e i più estroversi a indirizzare la propria iperattività a favore del gruppo.


Finalità
Non ci si pone l'obiettivo primario di portare gli alunni alla pratica agonistica del rugby, perché riteniamo che sia utile per gli alunni fare esperienze di diverso tipo, poterle confrontare, arricchire la propria "cassetta degli attrezzi" e scegliere la propria strada. Il rugby porta al campo per attrazione culturale e non economica e in questo risiede la sua forza.

Far giocare gli alunni con il rugby sarà perciò il compito principale del progetto e non cercare di avviare gli alunni ad una disciplina sportiva, favorire il divertimento e fare movimento, attraverso la corsa, il contatto, il gioco, sono altresì obiettivi auspicabili.

A chi è rivolto
Il progetto è rivolto a tutti gli alunni e alunne di tutte le classi delle scuole elementari e medie.
Gli insegnanti interessati devono contattare il referente del progetto.

Fasi Operative
Giochiamo con la palla ovale. Verranno proposti durante le ore di educazione motoria degli incontri condotti da allenatori della società sportiva Rugby Lainate.

Riconoscimento dell'IC Battisti da parte della FIR, al fine di poter aderire al progetto scuola proposto dalla Federazione Italiana Rugby ed eventualmente di poter tesserare e assicurare gli alunni che parteciperanno agli incontri con le altre scuole

- Creare dei gruppi/squadre che si allenano e giocano a scuola
- Partecipare a dei momenti di incontro con altre scuole.

Aspetti organizzativi
Referente progetto: Ins. Walter Brandani
Gruppo di lavoro: docenti interessati
Consulenza tecnica sul gioco del rugby: a cura di un allenatore del Rugby Lainate.
Formazione docenti: la FIR organizza corsi di aggiornamento per i docenti.

Aspetti economici
FASE 1 La società sportiva Rugby Lainate è disponibile ad attivare degli incontri di sensibilizzazione a titolo gratuito.
FASE 2 Iscrivere la scuola alla FIR ha un costo annuo di 50 euro, il tesseramento degli alunni e l'assicurazione è a costo zero
FASE 3 Il Rugby Lainate è disponibile a fornire eventualmente allenatori per i gruppi/squadre.

La società
Il progetto Rugby della scuola ha portato alla costituzione della società Rugby "Ente scolastico Istituto Comprensivo C. Battisti".

Soci fondatori sono:
- Brandani Walter (insegnante)
- Colombo Ernesto (genitore)
- Corna Michele (genitore)
- Dallapè Sergio (genitore)
- Mitello Luisella (genitore)
- Palma Paolo (genitore)
- Pintus Federico (insegnante)
- Oltolini Barbara (genitore)
- Oteri Ornella (genitore)
- Seveso Angela (genitore)
- Villa Laura (genitore)

I soci fondatori hanno nominato:
- presidente: Sergio Dallapè
- vicepresidente: Walter Brandani
- segretaria e tesoriera: Angela Seveso

L'Ente scolastico rugby IC C. Battisti è riconosciuto dalla Federazione Italiana Rugby (FIR) e può partecipare al progetto scuola della FIR.

Dirigenti dell' Ente scolastico Rugby sono:
- Brandani (responsabile)
- Pintus
- Dallapè
- Seveso
- Oteri

Partners
Rugby Lainate.
F.I.R. Federazione Italiana Rugby

 

 

  http://rugbycogliate.jimdo.com/#...]

 

 

 

 

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.