Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Il servizio autobus cittadino non funziona. Usino la testa!

Notizia letta 3289 volte
Articolo in: - Politica  

Saronno

Angelo Veronesi - Lega Nord Saronno 28/05/2013

Il servizio autobus cittadino non funziona. Usino la testa! Angelo Veronesi - Lega Nord Saronno
Il servizio pubblico degli autobus non funziona. Il livello di traffico automobilistico testimonia che gli orari e i percorsi degli autobus sono sbagliati. Questo non è dovuto alla mancanza di soldi, ma alla mancanza di attenzione per gli orari e per i percorsi in funzione dei servizi richiesti dai cittadini. Il servizio pubblico dei trasporti urbani così allestito non risponde alle vere esigenze dei cittadini e le spese sostenute dal Comune risultano solo uno sperpero di denari pubblici per mettersi a posto la coscienza. Ne è convinto il capogruppo leghista Angelo Veronesi che ha raccolto le proteste da parte degli utilizzatori dei pullman e dei cittadini che non possono utilizzarli.
 

Abbiamo ascoltato i cittadini e abbiamo verificato le loro affermazioni provando a fare delle simulazioni seguendo gli orari degli autobus cittadini facendo finta di impersonare uno studente che voglia recarsi ai Licei o all'Istituto Tecnico, un pendolare che voglia arrivare in stazione, un anziano che voglia andare all'Ospedale, una massaia saronnese che voglia andare in centro per far compere e un nonno che debba accompagnare il nipotino in piscina. 

Simuliamo uno studente che voglia andare alle scuole superiori. Prima di tutto bisogna notare che c'è solo una linea che arriva ai Licei. Già questo dovrebbe mettere in agitazione i genitori facendo optare per l'uso dell'automobile.
Ci chiediamo se chi ha stilato gli orari si renda conto dell'assurdità di far convergere al mattino sulla stazione molteplici linee che arrivano da tutti i quartieri e poi chiedere a tutti gli studenti di salire su un unico autobus?

Lo studente che parte dalla Cassina Ferrara, dal Matteotti o dalla Colombara, ovvero dalla Stazione di Saronno Sud che serve soprattutto i Comuni limitrofi, deve cambiare in stazione per arrivare a scuola in orario. Speriamo che non ci rispondano: sono giovani, vadano a piedi.


Al suo rientro lo studente che avrà la sfortuna di prendere la stessa linea di autobus, si troverà a viaggiare in via Volta prima di arrivare in stazione per ricambiare ancora e compiere un altro estenuante tragitto prima di tornare a casa. Ci chiediamo come sia possibile non aver verificato le uscite scolastiche in modo di rendere disponibili autobus per riportare a casa i ragazzi.


Non vogliamo solo criticare la compagnia dei sette assessori. Siamo convinti che si possa cambiare facendo sì che le linee urbane in orario scolastico possano partire dai diversi quartieri e convergere in zona scuole passando dal centro e dalla stazione sfruttando Corso Italia in zona a traffico limitato (ZTL) per evitare code, come succede per altre Città. È assurdo che nella ZTL possano passare i camion e i TIR, ma non gli autobus di servizio pubblico.

Questo gioverebbe anche ai pendolari che ogni mattina devono andare in stazione per recarsi al lavoro. Sarebbe utile potenziare il servizio affinchè da ogni quartiere si possa raggiungere la stazione in orari consoni con quelli di lavoro. È incredibile che il primo autobus disponibile arrivi in stazione alle 7:06. Mi chiedo se chi ha stilato gli orari degli autobus abbia mai verificato le coincidenze con quelli delle Ferrovie. Il pendolare che dovesse andare a Milano, Como, Novara o Varese per arrivare intorno alle 8 non può usufruire del pullman!

Non parliamo poi dell'orario di rientro dei pendolari. Ammettendo che i pendolari non possano uscire prima delle 17 dal lavoro, si ritroveranno a tornare a casa a piedi dalla stazione con un pullman che passa una volta ogni mezz'ora o ogni ora nei quartieri sfortunati.

Mettiamoci poi nei panni dell'anziano che voglia andare all'Ospedale. In certi orari del mattino, ovvero quelli delle visite, dalle 8:45 alle 11:45 una linea, non ci sono autobus. Si è fatto un gran parlare degli Orari di Città, ma non sembra che il personale incaricato si sia dedicato a questo lavoro.

La massaia saronnese che si voglia recare in centro per compere avrà lo stesso problema dell'anziano.

Simuliamo poi il tragitto del nonno che dal Matteotti debba accompagnare il nipotino in piscina. Gli conviene andare a piedi saltellando tra i crateri dei marciapiedi rotti. Se non vuole rischiare di rompersi una gamba, con un pò di pazienza e facendo almeno un cambio di autobus si può arrivare in Piscina: un'ora dopo! È ovvio che nessuno ha pensato di stilare degli orari decenti per rispondere alle esigenze sportive dei bambini, degli studenti o dei pendolari. Il pendolare che esce dal lavoro e vuole andare in piscina dovrà poi farsi il tragitto di ritorno a piedi perchè dopo una certa ora gli autobus spariscono dalla circolazione. Lo studente che voglia andare ad allenarsi ai campi di calcio cittadini, dovrà muoversi sulle proprie gambe o essere accompagnato in auto dai parenti.

Non ci possono venire a raccontare che questa è una Città a 30 all'ora, dove bisogna ridurre l'uso dell'auto, dato che non ci sono servizi pubblici sostituivi in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini, i marciapiedi sono per lo più impraticabili, le poche piste ciclabili esistenti sono pericolose.

Anziché ridurre il numero dei parcheggi, bisogna investire sul trasporto pubblico, non tanto in termini economici, ma in termini di testa. Usino la testa regolando opportunamente gli orari e i percorsi come proposto, per venire incontro alle esigenze dei cittadini.



 

 

  http://www.legavarese.com/saronno#...]

 

Interrogazione in merito al servizio di trasporto pubblico autobus

Alla cortese attenzione
dott. Luciano Porro
Sindaco del Comune di Saronno
Gentili Sig.re ed Egregi Sig.ri
Assessori competenti
e p.c.
dott. Augusto Airoldi
Presidente del Consiglio Comunale

Oggetto: Interrogazione in merito al servizio di trasporto pubblico autobus

CONSIDERATO
1) L'importanza di un servizio di trasporto pubblico degli autobus per ridurre l'inquinamento e la quantità di veicoli automobilistici in circolazione
2) L'importanza nevralgica di un sistema di trasporto pubblico che sia realmente effica a sopperire alle richieste degli utenti
3) Le richieste degli utenti sono chiaramente riferibili in particolar modo al trasporto dai quartieri periferici di Cassina Ferrara, Prealpi, Cassina Colombara, Matteotti
- a) verso e da la zona scuole Santuario - Licei
- b) verso e da la stazione
- c) verso e da l'Ospedale
- d) verso e da le strutture sportive ed in particolare la piscina
4) La Zona a Traffico Limitato è percorribile da camion anche di grossa cilindrata e volume

VISTO
5) Il livello di traffico automobilistico testimonia che gli orari e i percorsi degli autobus non rispondono alle vere esigenze dei cittadini
6) che abbiamo raccolto le lamentele e le segnalazioni dei cittadini e abbiamo verificato le loro affermazioni provando a fare delle simulazioni seguendo gli orari degli autobus cittadini facendo finta di impersonare uno studente che voglia recarsi ai Licei o all'Istituto Tecnico, un pendolare che voglia arrivare in stazione, un anziano che voglia andare all'Ospedale, una massaia saronnese che voglia andare in centro per far compere e un nonno che debba accompagnare il nipotino in piscina.  7) che simulando uno studente che voglia andare alle scuole superiori abbiamo notato che c'è solo una linea che arriva ai Licei. Già questo dovrebbe mettere in agitazione i genitori facendo optare per l'uso dell'automobile rendendosi  conto dell'assurdità di far convergere al mattino sulla stazione molteplici linee che arrivano da tutti i quartieri e poi chiedere a tutti gli studenti di salire su un unico autobus 8) che uno studente che parte dalla Cassina Ferrara, dal Matteotti o dalla Colombara, ovvero dalla Stazione di Saronno Sud che serve soprattutto i Comuni limitrofi, deve cambiare in stazione per arrivare a scuola in orario. 9) che alla fine della scuola lo studente si troverà a viaggiare in via Volta prima di arrivare in stazione per ricambiare ancora e compiere un altro estenuante tragitto prima di tornare a casa.
10) che iamo convinti che si possa cambiare facendo sì che le linee urbane in orario scolastico possano partire dai diversi quartieri e convergere in zona scuole passando dal centro e dalla stazione sfruttando Corso Italia in zona a traffico limitato (ZTL da qui in avanti) per evitare code, come succede per altre Città.
11) che è assurdo che nella ZTL possano passare i camion e i TIR, ma non gli autobus di servizio pubblico.
12) che la circolazione degli autobus del servizio pubblico cittadino gioverebbe anche ai pendolari che ogni mattina devono andare in stazione per recarsi al lavoro.
13) che sarebbe utile potenziare il servizio affinchè da ogni quartiere si possa raggiungere la stazione in orari consoni con quelli di lavoro ed è incredibile che il primo autobus disponibile arrivi in stazione alle 7:06. 14) che mettendosi nei panni dell'anziano che voglia andare all'Ospedale, in certi orari del mattino, ovvero quelli delle visite, dalle 8:45 alle 11:45 su una linea non ci sono autobus. 15) che la massaia saronnese che si voglia recare in centro per compere avrà lo stesso problema dell'anziano. 16) che simulando il tragitto del nonno che dal Matteotti debba accompagnare il nipotino in piscina ci impiegherà un'ora usando i mezzi pubblici 17) che il pendolare che esce dal lavoro e vuole andare in piscina dovrà poi farsi il tragitto di ritorno a piedi perchè dopo una certa ora gli autobus spariscono dalla circolazione.
18) che lo studente che voglia andare ad allenarsi ai campi di calcio cittadini, dovrà muoversi sulle proprie gambe o essere accompagnato in auto dai parenti. 19) che gli orari non rispondono alle esigenze sportive dei bambini, degli studenti o dei pendolari.
20) che si è fatto un gran parlare dei Tempi della Città

VALUTATO
21) la mancanza di soldi sufficienti a potenziare le linee di trasporto pubblico
22) la possibilità di modificare gli orari e i percorsi dei mezzi esistenti regolandoli in funzione delle reali necessità della popolazione saronnese
23) il fatto che il commercio venga avvantaggiato dal fatto che gli autobus di trasporto pubblico urbano possano passare da Corso Italia

CHIEDIAMO
- A)  che vengano rivisti orari degli autobus di trasporto pubblico urbano per rispondere alle esigenze della popolazione saronnese
- B) che vengano rivisti i percorsi degli autobus di trasporto pubblico urbano affichè le linee convergano dai quartieri periferici di Cassina Ferrara, Prealpi, Matteotti e Cassina Colombara verso la Stazione
- C) che negli orari di ingresso e uscita delle scuole superiori i percorsi degli autobus di trasporto pubblico urbano vengano rivisti per fare in modo che dai quartieri periferici di Cassina Ferrara, Prealpi, Matteotti e Cassina Colombara convergano verso la Stazione e il quartiere Scuole in zona Santuario - Licei.
- D) che gli autobus di trasporto pubblico urbano possano passare da Corso Italia attraversandolo per tutta la sua lunghezza

Chiedo gentilmente una risposta scritta a questa Interrogazione secondo quanto stabilito dall'art.37 del Regolamento per il Consiglio Comunale.
Ci riserviamo di trasformare in mozione questa interrogazione qualora non ci venga risposto in modo soddisfacente.

RingraziandoVi della disponibilità e dell'attenzione, colgo l'occasione per porgerVi cordiali saluti

Il capogruppo in Consiglio Comunale della Lega Nord Lega Lombarda per l’Indipendenza della Padania
Angelo Veronesi

 

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.