Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Lefkada, perla del Mediterraneo sconosciuta a molti

Notizia letta 8728 volte
Articolo in: - Editoriali  

Solaro

Donato Milione 07/08/2010

Lefkada, perla del Mediterraneo sconosciuta a molti Donato Milione

Ubicata nel Mar Ionio, più a sud di Corfù e a nord di Cefalonia ed Itaca è situata un'isola dal clima splendido e dalla natura lussureggiante, ma ancora distante dalle rotte del turismo di massa (e forse ancora più affascinante proprio per questo).

 

Lefkada (Λευκάδα), Lefkas o Leucade, nelle varie accezioni, è comodissima da raggiungere dalla terraferma, in quanto collegata da un ponte mobile al continente.

Per chi giunge dal porto di Igoumenitsa, primo approdo greco dei traghetti provenienti da Ancona e Venezia, l'isola dista circa 1h. e mezza di strada in auto. Percorrendo la strada statale a scorrimento veloce, che solo in alcuni tratti è un po' tortuosa, e costeggiando lo Ionio si giunge al tunnel nei dintorni di Preveza, che permette l'attraversamento sotterraneo di un tratto di mare.

Sempre a Preveza c'è un piccolo aeroporto, non collegato direttamente con l'Italia però. Giunti all'ingresso dell'isola si attraversa il braccio di mare che divide l'isola dalla terraferma e si percorre una strada in mezzo al mare che giunge alla città di Lefkada, capitale dell'isola e centro economico e commerciale più importante. Città viva, Lefkada, ha il suo cuore pulsante nella zona centrale chiusa al traffico (una rarità in Grecia) con un lungo viale che propone numerosi negozi di artigianato locale, ristoranti, taverne, pasticcerie e botteghe con prodotti tipici di Lefkada.

Spostandosi verso sud, lungo il versante orientale, si arriva a Nidri, la località più viva dell'isola con una zona litoranea molto gradevole per le passeggiate e ricca di negozi per lo shopping, con un'infinità di ristoranti e taverne per tutti i gusti a prezzi molto ragionevoli. Di fronte a Nidri, si scorge l'isola di Skorpios, della proprietà della famiglia Onassis, e Aristotele Onassis è immortalato in una maestosa statua proprio a Nidri, di fronte agli imbarchi. Da qui partono numerose barche per crociere giornaliere, è possibile affittare anche imbarcazioni; caratteristica è la nave di "Ulisse", un veliero che ricorda le fattezze di quello dell'eroe omerico, che propone una giornata tra sbarchi, degustazioni e bagni nelle limpide acque delle isole circostanti.

Una serata a Nidri deve assolutamente entrare nei programmi di viaggio.
Spostandosi più a sud, si inizia a percorrere una strada tortuosa e si può ammirare il panorama mozzafiato della baia sottostante. Dopo circa dieci minuti di auto si incrocia il bivio per Sivota, un delizioso paesino sull'omonima baia, approdo tranquillo di navigatori. Numerosi ristoranti promettono (e mantengono) ottimi menu a base di pesce freschissimo e non solo. Da vedere. Spostandosi lungo la litoranea, sempre verso sud, si può deviare verso due spiagge deliziose dalle acque cristalline (Mikros Gialos e Amousso) Poco dopo si arriva nella piana di Vasiliki, rigogliosa e fertilissima pianura incastonata tra i rilievi circostanti. Vasiliki è il centro più importante del sud dell'isola, molto noto ai surfisti, che trovano nei venti pomeridiani il bacino ideale per la loro passione. Il lungomare che cinge la baia è un susseguirsi di locali, ristoranti, taverne, e negozietti di souvenir vari.

http://www.saronnopiu.com/immagini/newsdiv/spiaggia-porto-katsiki.jpgSuperata Vasiliki, si può proseguire, oltre il porticciolo dalle acque limpidissime (avvistati ricci di mare e stelle marine sugli scogli a lato), verso la spiaggia forse più bella di tutta l'isola, Agiofili. Si può parcheggiare l'auto dopo 10' di strada sterrata e proseguire a piedi, ma la fatica viene premiata dal paesaggio da cartolina che si ammira dall'alto della breve scalinata che porta alla spiaggia: acque azzurrine e spiaggia deserta fino alle 10,30 del mattino, imperdibile. E' possibile arrivarci anche con un taxi-boat da Vasiliki.

Proseguendo nel nostro viaggio si risale verso nord, inerpicandosi sui strade montuose, sì perché Lefkada oltre alle bellezze marine offre anche paesaggi montani bellissimi e dalla natura rigogliosa. La cima più alta supera i 1150 metri. Dopo aver percorso una decina di km verso nord, si può invertire la direzione e percorrere la strada verso sud che costeggia il litorale e qui si incontrano le spiagge più note: Egremni bellissima, ma impegnativa per il suoi 300 scalini per raggiungerla (ma soprattutto da risalire al ritorno) e Porto Katsiki, la più celebre, con una maestosa scogliera alle sue spalle da cui, narra la leggenda, si gettò la poetessa Saffo, togliendosi la vita.
Altre spiagge da vedere, reinvertendo la rotta verso nord sono Athani, Kalamitsi e Kathisma. Bellissimo da visitare anche il paese di Agios Nikitas, caratteristico e dal quale, con una mezz'oretta di passeggiata in un lussureggiante bosco, si può raggiungere la splendida spiaggia di Mylos, meta anche di naturisti, ma solo nella zona più remota; anche questa spiaggia è raggiungibile più agevolmente con un taxi-boat.

Terminando il nostro viaggio attorno all'isola ci riavviciniamo alla città di Lefkada, ma non senza una tappa al monastero greco ortodosso di Faneromeni, la cui visita è gratuita anche per il museo interno.
Nel giardino, per la gioia dei bambini, è situato un piccolo zoo con diverse decine di animali. Nei pressi di Lefkada altre spiagge lunghissime, Agios Iannis e Mili (spiaggia dei mulini) sono da visitare e da godere.

http://www.saronnopiu.com/immagini/newsdiv/spiaggia-agiofili.jpgOltre al mare, alle acque cristalline, allo snorkeling, alle gite in barca, alle nuotate e ai bagni di sole, l'isola di Lefkada offre un'alternativa anche per gli amanti della montagna. La parte interna dell'isola offre paesaggi bellissimi e la possibilità di fare trekking e percorrere in mountain bike zone quasi disabitate e ancora semiselvagge.
Quasi al centro dell'isola si trova Karya, centro famoso per le manifatture, con numerosi negozi che propongono manifatture di pregio, a prezzi molto ragionevoli. La piazza centrale, rinfrescata da platani secolari, è il punto di ritrovo e tappa obbligata pranzare all'aperto presso una delle taverne che si susseguono, magari con un golfino addosso, vista la frescura degli 800 metri d'altezza del paese. Ogni luogo è ideale per realizzare fotografie bellissime.

Lefkada, isola felice, ulivi, miele, natura, mare, sole, fresco, accoglienza, divertimenti, prezzi ragionevoli... che volere di più da una vacanza?


Testi e foto di Donato Milione

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.