Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Perchè 30 km/h e le azioni per il miglioramento della qualità dell'aria

Notizia letta 2534 volte
Articolo in: - Ambiente   - Comunicati  

Saronno

Comune di Saronno 08/02/2011

Perchè 30 km/h e le azioni per il miglioramento della qualità dell'aria Comune di Saronno

In due distinti comunicati stampa, il Comune di Saronno illustra le motivazioni della delibera che porta a trenta Km/h la velocità massima alla quale possono circolare gli autoveicoli, e le azioni intraprese per migliorare la qualità dell'aria.

 

PERCHÈ 30 KM/H
Visto il perdurare di elevati tassi di inquinamento atmosferico, dannosi per l'ambiente e la salute umana, l'Amministrazione Comunale di Saronno ha deciso di adottare un'ordinanza di riduzione della velocità su tutto il territorio comunale a 30 Km/h.

 


MOTIVAZIONI:
- Ridurre la velocità degli autoveicoli da 50 a 30 Km/h comporta una riduzione delle emissioni e in particolare del PM10;
- La riduzione della velocità ha in ogni caso anche un effetto positivo sulle cosiddette "emissioni da risospensione", ovvero sul particolato che l'effetto meccanico del passaggio delle auto risolleva dal manto stradale dove si era depositato e che torna quindi a disperdersi nell'aria. L'entità di questo effetto è strettamente dipendente dalla velocità;
- Maggiore sicurezza nella circolazione delle auto.

 

EFFETTI:
- meno PM10 nell'aria;
- possibilità di affiancare alla circolazione delle auto anche quella delle biciclette, essendo la velocità delle auto meno pericolosa. Si riducono così le emissioni circolando meno auto e più biciclette;
- riduzione di frenate e accelerazioni con conseguenti minori emissioni;
- riduzione del rumore emesso dalle auto.

 

ALCUNI CHIARIMENTI:
- riducendo la velocità da 50 a 30 Km/h sono state misurate riduzioni delle emissioni, in particolare del PM10 (vedi Estimating PM-emission reductions from speed management policies - Luc Int Panis, Carolien Beckx, Ina De Vlieger, Liesbeth Schrooten);
- i filtri antiparticolato non risentono della riduzione di velocità essendo la loro azione meccanica ed eventuali effetti sulla rigenerazione sono comunque limitati da percorsi urbani, a prescindere dal limite di velocità, in quanto la rigenerazione avviene a velocità più elevate di quelle consentite in ambito urbano;
- anche a 30 Km/h è possibile individuare la marcia che consente di tenere basso il numero di giri del motore;
- il maggior tempo impiegato non incide sulla produzione di inquinanti, in quanto i consumi e le relative emissioni si calcolano sulle distanze percorse, ciò anche perché, una riduzione della velocità massima riduce le fasi di accelerazione e frenatura.

 

ULTERIORI EFFETTI SULL'INQUINAMENTO:
- ulteriori effetti migliorativi sull'inquinamento si possono ottenere adottando un adeguato stile di guida (vedi CONSIGLI AGLI AUTOMOBILISTI PER RIDURRE I CONSUMI DI CARBURANTE E LE EMISSIONI DI CO2 a cura del Ministero dello Sviluppo Economico).

 

Assessore all'urbanistica, ambiente, sistema di mobilità e iniziative con il territorio
Arch. Giuseppe Campilongo
Comune di Saronno

 

 

 


 

 

 

AZIONI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' DELL'ARIA

 

A fronte dei continui superamenti del limite previsto dalla vigente normativa per il PM10 (mancano tre giorni a raggiungere la soglia dei 35 superamenti consentiti in un anno) l'Amministrazione Comunale ha adottato una serie di azioni e provvedimenti allo scopo di contribuire a ridurre le emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera, nocive per la salute umana e per l'ambiente. L'Amministrazione Comunale di Saronno, pur essendo cosciente che soluzioni definitive del problema possono essere adottate solamente alla scala sovracomunale è altresì consapevole che anche piccoli interventi possono contribuire a migliorare la situazione. E' stata quindi adottata un'ampia e diversificata serie di azioni e provvedimenti tali da poter affrontare il problema sia a livello emergenziale che strutturale, tramite la di diffusione della conoscenza di buone pratiche e l'adozione di iniziative finalizzate a ridurre le emissioni in atmosfera.
INFORMAZIONE: è stato diffuso un decalogo di buone pratiche utilizzando tutti i mezzi di comunicazione a disposizione e tramite invio agli studenti delle scuole saronnesi. Il decalogo invita a rispettare elementari norme di comportamento finalizzate a ridurre le emissioni di sostanze inquinanti derivanti dagl'impianti di riscaldamento e dalla circolazione delle automobili.
PROVVEDIMENTI ADOTTATI: campagna straordinaria di controllo dei gas di scarico tramite opacimetro e verifica di effettuazione dei controlli annuali, ex bollino blu.
- Ordinanza del Sindaco n. 300/2010 disciplina della circolazione
- Ordinanza del Sindaco n. 15/2011 limitazione della temperatura negli edifici
- Ordinanza del Sindaco n. 17/2011 blocco della circolazione
- Ordinanza del Sindaco n. 25/2011 introduzione del limite della velocità a 30 km/h

 

PROVVEDIMENTI IN ITINERE: regolamento edilizio con inserimento di norme atte a regolamentare l'efficienza energetica e l'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Regolamento zona traffico limitato con revisione del regolamento finalizzata contenere il traffico all'interno della zona. Protocollo d'intesa da sottoscrivere con i comuni confinanti, al fine di organizzare un servizio di trasporto pubblico di livello sovra comunale finalizzato a ridurre l'uso dell'auto privata.

 

Assessore all'urbanistica, ambiente, sistema di mobilità e iniziative con il territorio
Arch. Giuseppe Campilongo
Comune di Saronno

 

 

  http://www.comune.saronno.va.it#...]

 

 

 

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.