Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Richiamo all'antifascismo affinchè il passato non ritorni.

Notizia letta 2183 volte
Articolo in: - Associazioni  

Saronno

Guglielma Vaccaro - ANPI Saronno 21/11/2013

Richiamo all'antifascismo affinchè il passato non ritorni. Guglielma Vaccaro - ANPI Saronno
Non passeranno, e non sono passati, ma tentano di passare ancora. L'annunciata manifestazione di Forza Nuova del 5 settembre scorso svoltasi a Caronno Pertusella, organizzata per protestare contro la discussione in consiglio comunale relativa alla concessione della cittadinanza onoraria a cittadini extracomunitari muniti di precisi requisiti, si è rivelata come al solito un bluff: poche decine di manifestanti con le solite bandiere e i soliti slogan si sono "rannicchiati" sotto le finestre della biblioteca, luogo in cui si stava svolgendo il contestato consesso
 

Il tempo di urlare le proprie ragioni, compreso l’immancabile “Boia chi molla” e alle 22, tutti a casa, perché il permesso della Questura era valido sino a tale ora.
Non c’è molto da commentare, si rischia di dare visibilità a chi non lo merita e a chi sostiene idee che esulano del tutto da quelli che sono i valori del nostro consesso umano e civile. Occorre vigilare, questo sì, perché tali idee non trovino alcun terreno fertile né tra i giovani, e qui bisogna ricordare quello che è stato, né tra gli adulti, disillusi da una politica sterile e vuota che non viene incontro ai bisogni più profondi e primari.

Anpi Saronno e Anpi Caronno si sono unite e, insieme ad altre realtà, hanno ricordato come sempre i valori fondanti della Costituzione. è bene ricordare ancora una volta che, oltre Caronno Pertusella, altri 3000 Comuni in Italia hanno approvato una mozione analoga a quella indicata e contestata, e questo nel segno di un desiderio di integrazione.

Purtroppo, altri episodi a cui stiamo assistendo inquietano non poco: la protervia di Forza Nuova nel pretendere spazi a Saronno e Origgio e, per quale scopo? Per avvertire la popolazione che gli sbarchi che si concludono in tragedie sulle nostre coste portano matematicamente più violenze nei confronti delle donne italiane. Lo dico con forza senza tema di essere smentita: la maggior parte delle violenze nei confronti delle donne avviene in casa, e non ad opera di un estraneo, e chiudiamola qui una volta per tutte.
L’incredibile battage pubblicitario intorno alla sepoltura di un anziano criminale di guerra che non si è MAI pentito, e che avrebbe continuato a vivere tranquillamente in Sudamerica sino alla fine se non fosse stato scoperto, in questo caso sì sotto silenzio, mentre mai a mia memoria ho assistito ad esequie tanto squallidamente annunciate quando, se non la pietà nei confronti delle vittime innocenti, almeno il buongusto avrebbe portato a chi di dovere al silenzio, questo sì tombale.

Nell’aria è c’è un senso di impunità malsana, che permette ad ignoti (diciamo così) vigliacchi di danneggiare e imbrattare di scritte offensive la sede Anpi di Legnano. Avanti così? Beh, io non ci sto. L’ANPI ricorda e ricorderà sempre che l’Italia è rinata dalle macerie del fascismo e della guerra con i valori espressi dalla Costituzione, per i quali in tanti hanno combattuto e molti sono morti, e da questo occorre ripartire per rifondare il nostro amato Paese. Valori che parlano di persone aventi tutte pari dignità, uguali davanti alla legge nei diritti e nei doveri, e che costruiscono insieme un Paese migliore.

Occorre ripulire l’aria malsana con la forza delle idee e il vento dell’impegno, affinché davvero si possa uscire da questo “avvitamento” in cui appare avviluppato il nostro amato Paese, prima che arrivi qualcuno a tagliare il nodo di Gordio con la spada. No, grazie; abbiamo già visto i risultati, anche se alcuni sembrano non rendersene (ancora) conto.


 

In programma:
Festa del Tesseramento
ANPI 2014:
Sabato 14 dicembre 2013
dalle ore 15,30
presso la “Casa del Partigiano”
via Maestri del Lavoro 2, Saronno
Lettura scenica con brani di donne nella Resistenza
a cura di Simona Dal Cer
Intervento musicale del gruppo
“Fields of Joy” gospel family


Giorno della Memoria, 27 gennaio 2014:
Ore 10
Teatro Giuditta Pasta
Via I Maggio, Saronno
Presentazione del libro Il Fiore meraviglioso/7
Incontro-testimonianza con don Giovanni Barbareschi, scout del gruppo clandestino Aquile Randagie, Cappellano delle Brigate Fiamme Verdi, Medaglia d’argento della Resistenza, Giusto tra le Nazioni.
ingresso libero
prenotazione per le scuole
02 96710358

Ore 21
Teatro Giuditta Pasta
Via I Maggio, Saronno
Cantando con le Aquile Randagie
concerto-spettacolo
ingresso libero

Sabato 1 Febbraio 2014
Ore 17,00,
presso salone ACLI - vicolo Santa Marta 7, Saronno,
Presentazione del libro:
Deportati italiani nel lager di Majdanek
Zamorani 2013.
Saranno presenti gli autori:
Antonella Filippi e Lino Ferracin,

 

 

  http://www.facebook.com/groups/116019338414828/#...]

 

ANPI, Comune di Saronno, Agesci, Isola che non c’è, Gruppo della Memoria, ANED, Società Storica Saronnese, Masci Saronno, Associazione La Traccia, ACLI, AUSER, Coordinamento Associazioni Distretto Saronnese, Fondazione Baden, Associazione Padre Monti


 

 

 

Tags:

 anpi

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.