Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Saronno: la nuova stagione del Giuditta Pasta

Notizia letta 2855 volte
Articolo in: - Comunicati   - Spettacolo  

Saronno

Ufficio Stampa Teatro Giuditta Pasta 17/07/2010

Saronno: la nuova stagione del Giuditta Pasta Ufficio Stampa Teatro Giuditta Pasta

Il teatro Giuditta Pasta sceglie quest'anno di presentare la nuova stagione con anticipo.
Abbonati, appassionati e curiosi avranno modo di valutare tutti i principali titoli in programmazione prima di partire per le vacanze.

 

PROSA
Il cartellone di Prosa, cuore della stagione, ospita le più interessanti proposte del teatro italiano.
Capolavori della drammaturgia classica dialogano con commedie di successo, adattamenti, copioni inediti. Il tutto affidato ai migliori registi e al carisma degli interpreti più amati.

Aprono Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio, applauditissimi lo scorso anno.
Sono protagonisti di un nuovo allestimento: "Spirito allegro", commedia sempreverde di Noel Coward, con la vivace regia di Patrick Rossi Gastaldi.
Segue "Dona Flor e i suoi due mariti", adattamento di un noto romanzo di Jorge Amado, autore contemporaneo originario di Salvador de Bahia. La prima attrice è Caterina Murino, già irresistibile bond girl in "Agente 007 Casino Royale".
Gianfranco Jannuzzo evoca il ricordo della sua Agrigento in "Girgenti amore mio". Il poliedrico interprete siciliano torna al genere in cui è campione: il monologo comico non privo di spunti profondi.
"L'appartamento", film di Billy Wilder vincitore di 5 premi Oscar, diventa uno spettacolo teatrale. I protagonisti sono Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli. L'ambientazione anni '60 vuole lanciare una provocazione: innocenza, candore e etica sono valori che appartengono al passato?
Andrea Giordana e Paolo Ferrari ("magnifico ottantenne") sono i capocomici di una affiatata compagnia impegnata in "Un ispettore in casa Birling", classico del teatro inglese. La scrittura mai scontata di J. B. Priestley crea un genere a metà tra il dramma borghese e il thriller.
Ornella Muti, protagonista di decine di films, affronta per la prima volta la prova del palco teatrale. E' la popolana arricchita Immacolata Consalvi, personaggio principale de "L'ebreo" di Gianni Clementi. Il testo ha vinto il prestigioso premio Siae.Agis.Eti. nel 2007.
Chiude la stagione Luigi De Filippo che questa volta rilegge un grande classico: "L'avaro". L'azione scenica si sposta da Parigi alla Napoli del 1860. L'idea registica dona al testo una nuova luce, se è possibile ancora più ironica, e dà modo di celebrare in modo inconsueto i 150 di Unità del nostro Paese.

VARIETY
La rassegna del divertimento intelligente affianca i personaggi del momento lanciati da Zelig a umoristi di grande esperienza.

Il primo a esibirsi sarà Gabriele Cirilli, che ha scritto "Classe '67. Nessuno è perfetto" per raccontarsi con gag, monologhi, balletti e canzoni, superata la fatidica soglia dei quarant'anni.
Giuseppe Giacobazzi, personaggio vero e irriverente capace di trasformare ogni gesto quotidiano in un'avventura comica, dimostrerà la sua abilità di intrattenitore live. Il suo monologo si intitola "Una vita da pavura".
Il mattatore Paolo Rossi farà un omaggio al suo maestro, rileggendo "Il mistero buffo" di Dario Fo, questa volta "nell'umile versione pop". Credenziali: venticinque repliche da tutto esaurito al teatro Strehler di Milano.
Una coppia comica inedita sarà protagonista di una commedia contemporanea che affronta con leggerezza il tema della crisi dei valori: "Niente progetti per il futuro". Il duo è composto niente meno che da Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta.
Per finire Paolo Poli, il miglior racconta-favole dei nostri palcoscenici, farà rivivere le più celebri, avventurose, commoventi trame per l'infanzia con lo spettacolo "Le fate (favole)".

DANZA
Sono quattro gli appuntamenti con la grande danza internazionale, li accomuna l'attenzione al repertorio musicale classico, riletto secondo lo stile dei migliori coreografi.

Sotto Natale il Teatro dell'Opera della Macedonia chiuderà la trilogia Tchaikovsky inaugurata due anni fa dal Pasta, la numerosa compagnia si esibirà sulla note de "La bella addormentata".
Kledi Kadiu, il più noto ballerino della tv italiana, sarà il protagonista assoluto di "Non solo bolero", con regia e coreografie di Mvula Sungani.
Il Balletto del Sud interpreterà la "Carmen" in una versione che affianca all'originale musica di Bizet, brani di Albeniz, Chabrier e Massenet.
La Spellbound Dance Company di Mauro Astolfi ha scelto di adattare alle linee impeccabili dei suoi interpreti una delle composizioni classiche più note: "Le quattro stagioni" di Vivaldi.

OPERA E OPERETTA
Il teatro musicale può contare su un folto pubblico di affezionati. Gli appuntamenti con l'Opera e l'Operetta hanno ottenuto ottimi risultati nella scorsa stagione. Squadra che vince non si cambia: tornano le stesse compagnie, con nuovi allestimenti.

As.Li.Co. mette in scena due capolavori diversissimi per soggetto, stile e ambientazione: "La tosca" con musiche di Puccini e "Le nozze di Figaro" di Mozart. Gli allestimenti agili, ma sempre affascinanti, fanno da anni della proposta "Pocket opera" un successo. Grazie a questa iniziativa, la lirica ha trovato accoglienza anche presso i piccoli e medi palcoscenici.
Le operette previste sono tre. Due sono curate da Corrado Abbati, instancabile divulgatore di un genere che sembra spesso a rischio di estinzione, ma che è in grado di richiamare folle di estimatori. I titoli che ha scelto per questa stagione sono tra i più famosi: "La vedova allegra" e "Hello Dolly".
L'ultimo appuntamento con la piccola opera è a cura della Compagnia Italiana Operette che mette in scena "La Bajadera".

EVENTI SPECIALI
Gli appuntamenti fuori abbonamento sono due. Serate uniche, senza repliche, da non perdere.

Ad aprile Massimo Lopez darà prova del suo eccezionale eclettismo, alternando gags e monologhi alle più note canzoni di "the voice". Lo spettacolo si intitola "Ciao Frankie, concerto tributo a Frank Sinatra". La musica è suonata dal vivo dalla Big Band Jazz Company.
Anche quest'anno, a San Silvestro, si potrà attendere la mezzanotte brindando tra le poltroncine rosse della platea. Dopo il tutto esaurito del 2010, tornano i sontuosi allestimenti della Compagnia dell'Oniro, la nuova produzione è "Cin Ci La".

SENZA TEMPO
Confermata anche la rassegna di teatro popolare che fa da apripista alla stagione. La prevendita dei biglietti e dei mini abbonamenti inizia in questo caso con anticipo: il 3 settembre 2010.

Il 25 e il 26 settembre I Legnanesi presentano "...E la vita la va", immaginando la famiglia Colombo alle prese con la crisi economica.
Il 9 ottobre va in scena "Una sera all'osteria per canta' in compagnia" con il miglior gruppo folk meneghino: i Cantamilano.

TEATRO PER CRESCERE
I cartelloni di Teatro Ragazzi, Teatro Scuola, Altri Percorsi e le proposte di seminari e laboratori, saranno presentati a settembre nel corso di un appuntamento speciale sul palcoscenico del Giuditta Pasta.

DATI DELLA SCORSA STAGIONE
La stagione 2009/2010, da poco conclusa, ha fatto registrare dati di presenza incoraggianti. Il pubblico continua a crescere, in particolare ci è stato un significativo incremento per le proposte di Teatro Ragazzi (+ 41%), Danza (+ 19%), Variety (+13%).
I "tutto esaurito" sono stati 16: il 22% delle repliche. Una vera e propria "caccia al posto" si è scatenata per gli show di Lella costa e di Teo Teocoli.
Gli spettatori dei cartelloni di Prosa, Variety, Opera, Operetta, Altri percorsi, Danza, Teatro Ragazzi, Teatro Scuola, Senza Tempo sono stati 30.974, le recite 71.
Sommando titoli in abbonamento, serate di beneficenza e affitti sala, le giornate di spettacolo sono state 130, programmate in un arco di tempo che va da ottobre 2009 a giugno 2010. Gli spettatori totali sono circa 60.000. E' andato in scena, mediamente, uno spettacolo ogni due giorni.
L'ottima risposta del pubblico ha permesso al teatro Giuditta Pasta di confermarsi il teatro più frequentato della Lombardia tra quelli che non hanno sede a Milano. Nella classifica pubblicata nel Giornale dello Spettacolo n.6 del 2010, il Pasta occupa la posizione numero 38, con incassi superiori a palcoscenici storici come l'Eliseo di Roma, il Duse di Bologna, il Piccolo Teatro Studio di Milano.

 

 

  http://www.teatrogiudittapasta.it#...]

 

Emanuele Fant

UFFICIO STAMPA TEATRO GIUDITTA PASTA
via I° Maggio snc 21047 Saronno (VA)
tel. 0296701990 fax 0296702009
ufficiostampa@teatrogiudittapasta.it
www.teatrogiudittapasta.it

 

 

 

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.