Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Si rispetti l'esito dei Referendum!

Notizia letta 3578 volte
Articolo in: - Comunicati  

Saronno

Comitato del Saronnese per l'Acqua Bene Comune 07/09/2012

Si rispetti l'esito dei Referendum! Comitato del Saronnese per l'Acqua
I due referendum del giugno 2011, che nel Saronnese ebbero il 60% dei consensi, potrebbero essere cancellati, il prossimo 11 settembre (coincidenza inquietante!) a Varese , dove le Amministrazioni Comunali delle principali città (Varese, Gallarate, Busto e Saronno) sono state convocate dal Presidente Galli per decidere come dovranno aderire alla Società per Azioni a capitale pubblico (di Provincia e Comuni) che gestirà il Servizio Idrico Integrato in Provincia di Varese.
 

Una Società per Azioni significa gestione finalizzata al profitto: il contrario di quanto i cittadini italiani hanno chiesto a maggioranza con i due quesiti referendari.
Nessuna legge (neanche la normativa regionale già “rottamata” dalla Corte Costituzionale, che ha delegato alle Provincie la gestione tramite un unico gestore, tantomeno la normativa comunitaria) può imporre l’assurda scelta di una società di diritto privato (la SpA) per gestire un servizio pubblico di un bene comune essenziale come l’acqua!

Il nostro ordinamento giuridico sugli Enti Locali prevede in questi casi l’Azienda Speciale (anche Consortile).
E questo a maggior ragione dopo la storica sentenza della Corte Costituzionale n. 199 dello scorso 20 luglio  che ha ripristinato il “maltolto” dei decreti Berlusconi e Monti: l’esito del referendum va rispettato, non si può raggirare in nessun modo la volontà popolare! Gli enti locali sono quindi molto più liberi di scegliere  (come peraltro prevede il diritto comunitario) quale forma di gestione sia la più appropriata.
E quale forma di gestione è più appropriata di quella che può essere controllata e partecipata dai cittadini e degli enti locali in quanto ente di diritto pubblico? E che tra l’altro non sarà neanche soggetta al scellerato “patto di stabilità” (sempre secondo quanto espresso dalla Corte Costituzionale), rendendola anche più conveniente?
Perché dunque una S.p.A. come “gestore unico” provinciale?
-    perché la Provincia di Varese (destinata a scomparire) deve creare una “creatura” che le sopravviverà, svincolata da ogni controllo del territorio e più facilmente privatizzabile in un prossimo futuro?
-    perché questa “creatura” dovrà servire come “carrozzone” creato dai partiti per sistemare in Consigli di Amministrazione, organi di vigilanza e consulenze professionali gli amici degli amici o chi oggi, chiudendo la Provincia, rischierà di rimanere senza la sua attuale poltrona?
L’Amministrazione Comunale di Saronno in particolare:
- smentisce quanto espresso il 7 dicembre 2011 nella Conferenza dei Sindaci della Provincia di Varese, in cui – insieme a quello di Caronno Pertusella – la Giunta Porro si oppose alla gestione tramite SpA, chiedendo invece la costituzione di una Azienda Speciale Consortile, che avrebbe mantenuto in capo ai Comuni e al territorio ogni scelta gestionale riguardante la nostra acqua;
- sconfessa quanto votato nel Consiglio Comunale dello scorso 11 aprile, quando la stessa maggioranza optò per la costituzione di un “interambito” di gestione, seguendo il percorso del Torrente Lura, insieme ai comuni della provincia di Como e ignora quanto richiesto da altri comuni del Saronnese (come Gerenzano e Cislago), che hanno in questi mesi votato per la creazione di ambiti di gestione idrica pubblici e più legati ai territori.

CHIEDIAMO AL SINDACO DI SARONNO E A TUTTI I SINDACI DEL SARONNESE DI NON CONTRADDIRE LE LORO DECISIONI, DI RISPETTARE L’ESITO REFERENDARIO, DI NON SOTTRARRE AI CITTADINI IL CONTROLLO DELLA LORO ACQUA, DI NON SACRIFICARE L’ACQUA, BENE COMUNE PRIMARIO, PER DELLE POLTRONE IN QUALCHE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE!

Perché si scrive acqua, ma si legge democrazia.

Comitato del Saronnese per l’Acqua Bene Comune

 

 

  http://blog.libero.it/ACQUASARONNESE/#...]

 

 

 

Tags:

 acqua

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.