Saronnopiu.com - Il portale delle aziende e dei negozi di Saronno e dintorni

Frase esatta: Sí No     Ricerca avanzata

 

Trenord: te paghi minga!

Notizia letta 4410 volte
Articolo in: - Comunicati  

Saronno

Evento in internet 11/12/2012

Trenord: te paghi minga! Evento in internet
L'inaugurazione della tratta Seregno-Saronno avrebbe dovuto segnare un importante passo in avanti per favorire il trasporto pubblico in Lombardia. I fatti hanno purtroppo smentito le ottimistiche previsioni della vigilia; la rete risponde con continui tweet di protesta e con iniziative come quella nata su Facebook: Trenord: te paghi minga!
 

Trenord: te paghi minga!

Da due giorni appare impossibile viaggiare sui treni di Trenord. Il risultato dell'inaugurazione della tanto agognata linea Saronno-Seregno

Ma l'incopetenza di TRENORD è figlia di una gestione criminale del trasporto pubblico.

L'interesse primario non è quello di permettere a chiunque di viaggiare in libertà, con un mezzo a basso impatto ambientale come il treno. L'interesse è solo quello di fare soldi.

Il costo dei biglietti è in continuo aumento, così che viaggiare diventa sempre più un costo insostenibile per studenti, disoccupati, precari, ecc. Aumentano i controlli per chi non può permettersi il costo del viaggio, cosicchè per chi non ha soldi diventa impossibile spostarsi, alla faccia delle migliaia e migliaia di poveri e nuovi poveri che affollano le nostre città. Milioni di euro spesi in tornelli, invece che in sicurezza, nuovi convogli, ecc, che oltre a rappresentare un rischio in caso di emergenza nelle stazioni, risultano un mezzo per tirare fuori di tasca ai poveracci i pochi soldi che ancora rimangono loro.
Una gestione capitalista dell'azienda TRENORD si abbatte anche sulle teste dei lavoratori, costretti a turni estenuanti, con aumento del rischio a causa di colpi di sonno, disattenzione, ecc. Tanto gli incidenti saranno sempre e solo colpa dei lavoratori, mai dell'azienda.

La campagna contro i writers nasconde solo la volontà di mantenere una rispettabilità di facciata, con treni senza graffiti, forse, ma sicuramente pochi, insicuri, vecchi, ecc. I criminali sono i writers o l'azienda TRENORD, che ci obbliga a viaggiare per ore stipati come bestie condotte al macello?

Certo, ci obbliga, perchè a noi quale alternativa rimane, se non quella di utilizzare i loro treni?

È l'ennesimo smacco alla povertà, azione classista per eccellenza, ecco i treni di sola prima classe. Che i cittadini di seconda classe non insozzino con la loro presenza i treni dei ricchi.
E intanto l'AD di TRENORD oggi (11/12) viene arrestato per bancarotta fraudolenta... Come se non fossero sufficienti gli stipendi a 6 cifre che vengono dati ai signori dei piani alti dell'amministrazione di queste aziende.

Tra continui ritardi, prezzi in impennata, treni insicuri e sempre strapieni, sfruttamento dei lavoratori, tornelli, treni classisti e propaganda da regime, siamo sempre noi a pagare.

E allora ecco la campagna: MI, TE PAGHI NO!

Stampa questo volantino e mostralo al controllore di turno, rifiutandoti di mostrare il biglietto di viaggio!
Ora basta! Viaggiamo gratis, perchè viaggiare è nostro diritto, perchè non siamo merce e siamo stanchi di essere trattati come tali, perchè siamo stanchi del trattamento classista, in cui sono sempre i poveri a pagare il prezzo più alto, perchè siamo solidali con le lotte dei lavoratori di TRENORD!

 

 

  http://www.facebook.com/events/121354214693853/#...]

 

 

 

 

 

Working2000.it

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.