Palazzo Visconti

Costruito nel XVI secolo fu di proprietà dell’omonima famiglia. Durante il XVIII secolo fu ceduto alla famiglia Rubini, che cambiarono parzialmente l’assetto del complesso, trasformandolo in una tipica villa nobiliare con il tipico cortile lombardo.

Palazzo Visconti
 Via Gianetti
 21047 – Saronno (VA)

 
 

palazzo visconti saronnoIl palazzo fu ceduto in seguito alla famiglia Schenardi e poi a Giuseppe Morandine che la trasformò in un collegio nella metà del XIX secolo.
L’utilizzo Civile

Nel 1882 il Comune di Saronno acquistò l’edificio facendone sede del Municipio. Dal 1926 divenne sede della Pretura dopo lo spostamento della sede comunale nella Villa Gianetti. Quest’ultima rimase casa comunale fino al 1985 quando la Pretura venne trasferita in una sede di nuova costruzione. Palazzo Visconti in seguito fu utilizzato per ospitare le sedi di varie associazioni.

– L’incendio del 2007
Il 28 settembre 2007, un incendio distrusse gran parte del tetto. Molti locali vennero danneggiati dall’acqua usata per spegnere il fuoco.

L’edificio è stato in seguito messo in sicurezza con una copertura provvisoria. Nel 2011 il Consiglio Comunale ha istituito una Commissione per proporre soluzioni per un recupero di Palazzo Visconti. Non è stato previsto alcun lavoro di manutenzione straordinaria né restauro a causa della crisi economica. L’edificio è attualmente in disuso ed è stato candidato tra i luoghi del cuore del FAI

Architettura e Arte
Il Palazzo Visconti è arricchito da colonne di granito di Baveno.
Alcuni soffitti del complesso sono arricchiti da importanti affreschi dipinti dal pittore Giovanni Antonio Cucchi.

Testi da Wikipedia

 
 
<< Torna al menù