notizia

Nuovo Regolamento Zona a Traffico Limitato

Notizia letta 5305 volte

Comune di Saronno 2011-11-02

La zona a traffico limitato è stata formalmente istituita con l'approvazione del PGTU nell'aprile 1998, razionalizzando così precedenti ordinanze parziali di interdizione del traffico veicolare.
Nel corso del tempo è stata gradualmente ampliata; l'ultimo riassetto nel merito è stato deliberato nel 2007 con l'inserimento di via P.L. Monti, via Tommaseo e p.zza Indipendenza.


Nuovo Regolamento
Zona a Traffico Limitato

La zona a traffico limitato è stata formalmente istituita con l’approvazione del PGTU nell’aprile 1998, razionalizzando così precedenti ordinanze parziali di interdizione del traffico veicolare.
Nel corso del tempo è stata gradualmente ampliata; l’ultimo riassetto nel merito è stato deliberato nel 2007 con l’inserimento di via P.L. Monti, via Tommaseo e p.zza Indipendenza.
L’attuale estensione territoriale della zona è di circa 0,17Kmq (1,5% del territorio); all’interno di essa risultano residenti 901 famiglie e 532 attività economiche.

Per la densità delle attività commerciali che in essa trovano collocazione alcune vie centrali sono ormai un centro commerciale naturale, che in alcuni giorni della settimana è intensamente frequentato da un’utenza pedonale. Proprio per questa ragione, la sovrapposizione delle modalità di accesso alla ZTL, soprattutto per evitare conflitti tra auto/pedoni/biciclette sempre più numerosi, necessita di una generale revisione del Regolamento vigente.

Precedentemente gli ingressi erano interdetti da apparecchiature meccaniche e automatiche (pilomat), ma più recentemente l’intero sistema è stato radicalmente modificato a favore di controlli elettronici/visivi. Le modalità di rilascio delle autorizzazioni all’ingresso devono essere riviste ed aggiornate anche in base ad una più attenta diversificazione delle categorie di utenti della ZTL (residenti, lavoratori, clienti).

Dall’Agosto 2011 è stata ripristinata la suddivisione in sottozone già vigente di fatto: le interdizioni fisiche al transito (catene) sono state sostituite da semplici segnalazioni che poi saranno automaticamente controllate integrando l’attuale sistema di vigilanza elettronica.
L’ordinanza è stata la prima anticipazione della revisione organizzativa degli accessi, flussi e sosta che il nuovo Regolamento si propone di razionalizzare.

La ZTL vede anche l’insediamento di numerose attività economiche, in particolare di tipo commerciale, comunque con un livello di densità difficilmente riscontrabile in altri ambiti cittadini.
Anche in questo caso le strade più permeate dalle attività risultano corso Italia e via Garibaldi; molto intensa la presenza lungo via san Cristoforo. In ogni caso tutta la ZTL è caratterizzata da una presenza diffusa del terziario.

La criticità maggiore nella gestione della ZTL è determinata dal numero dei parcheggi pubblici all’interno di essa (179 stalli) rispetto all’intensa frequentazione deducibile dalla lettura dei dati precedenti su popolazione ed attività economiche.

La ZTL viene suddivisa in sottozone; l’appartenenza ad una delle sottozone è sancita all’emissione del pass, secondo le esigenze e la localizzazione degli spazi nella disponibilità del richiedente. Al momento la ripartizione non impone particolari limitazioni, ma è vietato il passaggio diretto dei veicoli da una sottozona all’altra.

GLI OBIETTIVI DEL NUOVO REGOLAMENTO:
1. Riduzione delle auto circolanti attraverso una razionalizzare del modello di emissione dei pass di accesso (revisione dei requisiti soggettivi degli aventi diritto e rimodulazione delle funzioni proprie del pass secondo la tipologia) limitando le richieste di autorizzazione alle effettive necessità dell’utenza.
2. Riduzione dei momenti di conflittualità nell’uso degli spazi a disposizione (soprattutto in relazione al parcheggio su suolo pubblico)
3. Ripartizione dei flussi d’ingresso (nuove fasce orarie per carico e scarico)
4. Eliminazione dell’improprio traffico di attraversamento (ripartizione in sottozone e impedimento del passaggio diretto dall’una all’altra)

TIPOLOGIE DEI PASS
1. AR
• per i residenti
• gratuito (solo costo di emissione)
• in numero corrispondente ai veicoli posseduti dal nucleo familiare
• consente il solo accesso alla ZTL per raggiungere la propria abitazione e/o la propria autorimessa
• I pass AR sono validi per il solo e singolo veicolo corrispondente e riporteranno i colori della sottozona di appartenenza (prevalentemente individuata automaticamente secondo la residenza del richiedente)

2. ANR
• per i non-residenti che possiedono un’autorimessa in ZTL
• gratuito (solo costo di emissione)
• in numero corrispondente ai veicoli posseduti dal richiedente
• consente il solo accesso alla ZTL per raggiungere la propria autorimessa
• Con il pass ANR non è consentito parcheggiare su suolo pubblico in ZTL
• I pass ANR sono validi per il solo e singolo veicolo corrispondente e riporteranno i colori della sottozona di appartenenza (individuata automaticamente secondo la localizzazione dell’autorimessa a disposizione del richiedente)
• I pass ANR possono essere richiesti anche dagli addetti che lavorano in ZTL, sempre che la sede aziendale disponga di spazi di sosta di proprietà e che la richiesta di emissione sia fatta dal titolare dell’attività economica.

3. ARP
• per i residenti che non dispongono di autorimesse o spazi sufficienti di parcheggio
• oneroso (canone annuo)
• in numero corrispondente ai veicoli posseduti dal nucleo familiare
• Con il pass ARP è consentito parcheggiare gratuitamente su suolo pubblico in ZTL
• I pass ARP sono validi per il solo e singolo veicolo corrispondente
• Il canone annuo sostituirà il pagamento delle tariffe orarie.

4. APO
• Per i titolari di attività economiche con sede aziendale in ZTL
• gratuito (solo costo di emissione)
• in numero corrispondente ai veicoli posseduti dal richiedente
• consente l’accesso alla ZTL per raggiungere la propria attività
• Con il pass APO è consentito parcheggiare a pagamento su suolo pubblico in ZTL
• I pass APO sono validi per il solo e singolo veicolo corrispondente
• A favore dei soggetti che lavorano nell’ambito della ZTL, l’Amministrazione Comunale intende attivarsi per concordare un utilizzo agevolato degli spazi di sosta collettivi prossimi alla zona. Le suddette agevolazioni orarie e/o tariffarie non influiranno sul diritto soggettivo del titolare a richiedere il pass APO

5. T
• per i servizi contingenti o urgenti
• non è legato ad una categoria di utenti, ma allo svolgimento di attività temporanee (operazioni di carico/scarico fuori dagli orari stabiliti, traslochi, accompagnamento o assistenza a persone momentaneamente impedite, lavori o riparazioni in loco, ecc.)
• è rilasciato per autorizzare il singolo veicolo
• oneroso (canone giornaliero o settimanale)
• può essere rilasciato gratuitamente per l’assistenza a persone non autosufficienti
• consente l’accesso alla ZTL per raggiungere il luogo di svolgimento dell’attività o del servizio.
• Con il pass T è consentito parcheggiare gratuitamente e senza limitazioni orarie su suolo pubblico in ZTL

6. CATEGORIE SPECIALI DI UTENTI E MEZZI
• Il Regolamento prevede che siano autorizzati diversamente, anche con l’emissione di un particolare pass, gli accessi alla ZTL da parte di:
- mezzi di servizio (Forze dell’Ordine, VVFF, Soccorso Sanitario, manutenzione dei servizi essenziali - quali acqua, elettricità, gas-)
- trasporto valori (pass come per gli operatori commerciali anche se l’istituto di credito o l’azienda di trasporto non hanno la sede principale in ZTL)
- categorie protette (prevalenza del contrassegno di disabilità)
- medici e ministri di culto (pass nominativo per svolgere le opere di assistenza corporale o spirituale)
• le autorizzazioni speciali sono gratuite (solo spese di emissione) ma secondo il caso comportano limitazioni orarie all’utilizzo dei parcheggi pubblici oppure consentono la sosta a pagamento (come i pass tipo APO già riservati agli operatori economici).

OPERAZIONI DI CARICO E SCARICO
Il nuovo Regolamento, per evitare il sovrapporsi indiscriminato delle attività lavorative nel corso della giornata, stabilisce con maggiore precisione giorni e fasce orarie prevalentemente riservati agli approvvigionamenti.
Le operazioni di scarico e carico devono essere eseguite tra le 7.00 e le 9.30 e tra le 14.00 e le 15.30, nei giorni da lunedì a venerdì. Il sabato mattina tra le 7.00 e le 9.30.
L’accesso alla ZTL per effettuare carico e scarico merci è consentito ai veicoli adibiti al trasporto di cose. Operazioni al di fuori di quelle fasce orarie e/o con mezzi “non commerciali” devono essere singolarmente autorizzate come le attività contingenti e urgenti (pass del tipo T)

  Il regolamento in formato PDF
(dal sito del Comune di Saronno)

 

Pagina precedente