notizia

La favola è finita

Notizia letta 6080 volte

Roberto Strada 2012-05-03

Ieri mattina i due consiglieri di maggioranza della lista Tu@Saronno hanno annunciato al Sindaco di non considerarsi più parte attiva della sua amministrazione, non so se anche l'assessore Cavaterra rassegnerà le dimissioni certo è che conseguentemente a questa azione in città si apre una crisi amministrativa pesante che potrebbe, se non si troverà una soluzione, portare anche a nuove elezioni.


L'Amministrazione Porro ha fallito, la maggioranza che governa la nostra città, eletta con convinzione dai saronnesi solo due anni fa, sta "franando".
Le vicende di Saronno Servizi e del Teatro sono solo le ultime due gocce che hanno fatto traboccare un vaso già colmo di tradimenti dello spirito con cui i Saronnesi avevano eletto Sindaco Luciano Porro.

È inutile negare che il Sindaco non si è dimostrato all'altezza del suo compito: immobile, superficiale, pronto a dare a tutti le responsabilità delle sue non scelte, come se Lui fosse Sindaco per caso, per sbaglio, non ha saputo dare gambe ad un progetto che doveva vedere nella partecipazione e nella trasparenza amministrativa i suoi punti di forza.
Teatro e Saronno Servizi le gocce finali, ma già con il Piano di Governo del Territorio, con il Piano di recupero di piazza Schuster, con la questione acqua, con le aree dismesse l'Amministrazione Porro aveva perso credibilità, ridicoli poi i suoi balbettamenti viabilistici: dalle catene in centro ai trenta orari. Certo la responsabilità il Sindaco la deve dividere con il suo partito, che inconcludente, senza una vera linea politica, ha contribuito a questi due anni di immobilismo.

Ora staremo a vedere quali saranno le conseguenze di questa crisi amministrativa che vede il sindaco Porro perdere l'appoggio di due consiglieri, che senz'altro non voteranno sempre contro,  ma che certamente si sentiranno liberi di scegliere come votare a seconda degli argomenti all'ordine del giorno, il Sindaco può contare ancora su una maggioranza risicata in Consiglio Comunale (16 su 30),  tempo per ri-costruire forse c'è, ma certamente occorre un bagno d'umiltà e una revisone del modo di amministrare, che forse il PD, partito di riferimento del Sindaco, non è in grado di garantire.
Tutto questo, naturalmente, se nessun altro consigliere di maggioranza seguirà quelli di Tua Saronno, in questo caso l'unica via possibile sarà il ritorno alle urne. Staremo a vedere.

 

Pagina precedente