notizia

Pallavolo: Saja illustra i progetti per la nuova stagione

Notizia letta 5577 volte

2012-06-04

Sono iniziati al PalaDozio di via Biffi a Saronno i primi allenamenti della B2 di coach Saja, che in settimana ha potuto visionare il vecchio gruppo e possibili nuovi innesti.
Le prime impressioni sono senz'altro positive, la squadra ha lavorato con buona intensità nonostante il caldo e le fatiche di fine stagione.


Il mercato degli amaretti comincia subito con una grossa novità: sarà Savino Di Noia (nella foto), ex regista della Zammarano Foggia di B1, ad orchestrare il gioco di Saronno, subentrando ad Andrea Moro.

Continua la ricerca dell’opposto ed in settimana ha provato l’ex Arese di proprietà Segrate Giovanni Perissinotto; destano anche interesse Casati, Falsetta e Granata.
Lato schiacciatori è arrivata la conferma di Ballerio, in settimana si discuterà l’accordo con Monni e proveranno Scotti e Beolchini.



INTERVISTA A COACH SAJA:
Coach Saja, diverse società lombarde che parteciperanno al campionato di B2 maschile nella stagione 2012-2013 erano interessate a collaborare con lei, quale è stato il motivo per cui ha deciso di prendere posto sulla panchina saronnese?

La frequentazione con Saronno si è creata già dalla scorsa stagione, ma si è fermata perché ho accettato l’incarico in serie A a Castellana Grotte. Mi ha colpito subito il progetto in corso e la voglia di fare che si percepisce al PalaDozio quindi sono felice di far parte di questa solida ed ambiziosa realtà.

Primi posti della classifica, play-off, finali di Coppa Italia…Saronno ha deposto i remi su tutte le esperienze possibili nel mare del volley, tranne la promozione in B1, con lei al timone quale sarà la rotta per la prossima stagione?

Prima dobbiamo terminare il mercato e definire l’organico per valutare al meglio le potenzialità; ovviamente l’idea è di continuare il  percorso di risultati  che la società ha intrapreso. Sarà comunque la motivazione del gruppo a permetterci di arrivare lontano.

Numerose esperienze in serie A in cui ha potuto imparare dai migliori allenatori, l’anno scorso a Tradate ha vissuto un’esaltante stagione come primo allenatore in una B1 femminile, questo anno approda su una panchina di B2 maschile “coi riflettori sempre accesi” visto gli importanti successi raggiunti ogni anno, quale sarà il valore aggiunto che porterà a Saronno visto il bagaglio professionale così ampio?

Nel mio passato ho vissuto esperienze negli ambienti di primissimo livello del volley che mi hanno permesso di imparare moltissimo; ora metto a disposizione della società e del gruppo le mie conoscenze, anche se sono convinto che la differenza la faranno i ragazzi che scenderanno in campo ogni sabato e che lotteranno per il gruppo e per la maglia.

Il mercato è in corso, avremo tutto un anno per parlare di organico, di tecnica e di giocatori, siamo curiosi di sapere che clima ha trovato nel palazzetto e dello spogliatoio di Saronno e come è il suo punto di visto riguardo le dinamiche di gruppo e il rapporto allenatore-squadra?

Ho trovato un grande entusiasmo sia negli atleti che nello staff ed è un elemento importante per costruire un gruppo di giocatori ma anche “di uomini”. Sono certo che lavorando insieme ci toglieremo grandi soddisfazioni.

E adesso usciamo per un attimo dalle quattro mura della palestra e passiamo un po’ di tempo con Stefano Saja, come ama passare le sue giornate?

Il tempo libero?! Non ho molto tempo libero visto che investo molto nella pallavolo, soprattutto nel riguardare video ed aggiornarmi. Nel poco tempo che mi rimane ascolto musica, mi piace molto giocare al computer e dedicarmi a mia moglie.

 

Pagina precedente