notizia

Cinema Silvio Pellico: programmazione dal 21 al 27 settembre 2012

Notizia letta 8484 volte

Cinema Silvio Pellico - Saronno 2012-09-19

Madagascar 3
Gli Equilibristi
Pollo alle prugne


MADAGASCAR 3 - RICERCATI IN EUROPA
sabato 22 - domenica 23 : h. 15.00
Animazione 3D - durata : 93' - regia : Eric  Darnell, Tom  McGrath, Conrad  Vernon

GLI EQUILIBRISTI
venerdì 21 - lunedì 24 : h. 21.00
sabato 22 : h. 17.30 - 20.00 - 22.30
domenica 23 : h. 17.30 - 21.00
Drammatico - durata : 100' - regia : Ivano De Matteo
con Valerio Mastandrea, Barbora Bobulova, Rosabel Laurenti Sellers, Maurizio Casagrande, Rolando Ravello, Grazia Schiavo, Antonio Gerardi, Antonella Attili
Presentato alla 69 Mostra di Venezia 2012 - Premio Pasinetti al Miglior Interprete Maschile
Giulio ha quarant'anni e una vita apparentemente tranquilla. Una casa in affitto, un posto fisso, un'auto acquistata a rate, una figlia ribelle ma simpatica e un bimbo dolce e sognatore, una moglie che ama e che tradisce. Giulio viene scoperto e lasciato e la sua favola improvvisamente crolla. Ma cosa accade ad una coppia che ai nostri giorni "osa" separarsi? Attraverso una carrellata di eventi ora tragici ora ironici, il film ci accompagna per mano nel mondo di un uomo che di colpo scopre quanto sia labile il confine tra benessere e povertà.

 
POLLO ALLE PRUGNE
martedì 25 - mercoledì 26 - giovedì 27 : h. 21.00 
Commedia drammatica - durata : 93' - regia : Marjane Satrapi, Vincent Paronnaud
con Isabella Rossellini, Maria de Medeiros, Golshifteh Farahani, Mathieu Amalric, Jamel Debbouze, Chiara Mastroianni
Presentato al Toronto Film Festival e alla Mostra del Cinema di Venezia 2011
Teheran, 1958. Nasser Ali Khan, celebre musicista, ha perso il gusto per la vita. Da quando il suo violino si è rotto a causa di un incidente, nessuno strumento musicale riesce più a dargli l'ispirazione. La sua tristezza si è accentuata da quando ha incontrato per caso il suo amore di gioventù all'angolo di una strada ma lei non lo ha riconosciuto. Dopo aver tentato invano di rimpiazzare lo strumento rotto che gli aveva regalato il suo maestro di musica, Nasser giunge all'unica soluzione possibile: visto che nessun altro violino riuscirà più a dargli la gioia di suonare, si metterà a letto e attenderà la morte. Non basta certo il conforto del pollo alle prugne preparato dalla moglie (il suo piatto preferito), per desistere dal proposito. Ma al tempo stesso la vicenda di Nasser è drammatica metafora del destino dell’autrice e degli esuli iraniani, costretti all’esilio in Francia o in altri paesi dalla dittatura oscurantista degli imam. La bellezza delle immagini, il tocco dei colori, la bravura degli interpreti e la fantasia delle scene mutuate dai disegni rendono "Pollo alle prugne" un piccolo gioiello di creatività e tecnica cinematografica,

 

Pagina precedente