notizia

Occupazione Telos, le accuse del PDL

Notizia letta 5195 volte

Italia dei Valori Saronno 2012-10-06

Domenica pomeriggio un gruppo di ragazzi del centro sociale Telos ha occupato uno stabile abbandonato di via Bainsizza. Lara Comi, parlamentare europeo del PDL, si trovava sul posto e si è lasciata andare ad affermazioni accusatorie sull'operato del Sindaco, arrivando a chiederne le dimissioni, ritenendolo in qualche modo complice di quant'accaduto a causa, a suo dire, di una poca attenzione nel settore della sicurezza.


Ritengo che non ci sia niente di male nell’esternare la propria contrarietà a fatti o ai provvedimenti di una amministrazione non affine al proprio credo politico, ma ciò è accettabile solo quando le critiche si basano sulla realtà dei fatti, senza che quest’ultima venga distorta per avvalorare le proprie idee.

Alle affermazioni a caldo della Comi si sono aggiunte, nella giornata successiva quelle degli esponenti locali del PDL, De Marco e Strano, che ricalcano più o meno le stesse accuse.

Il Telos opera i suoi tentativi di occupazioni abusive già da tempo, ancor prima che si insediasse l’amministrazione di centro-sinistra ed è da sempre un problema di difficile soluzione poiché sul nostro territorio sono numerosi gli edifici fatiscenti che giacciono nelle aree dismesse e che possono essere presi di mira da questi ragazzi.

Il Sindaco Porro si è sempre speso per sensibilizzare la cittadinanza sull’emergenza abitativa che affligge la nostra città e in passato aveva invitato i possessori di case sfitte, per quanto possibile, ad affittarle a prezzi calmierati. Il PDL cittadino ha approfittato del fatto illecito compiuto dai ragazzi del Telos per associare questi fatti, che si ripetono da anni, a quelle recenti affermazioni.
Quello che questi politici cercano di far passare però è in pieno contrasto con il reale operato della nostra amministrazione nel campo della sicurezza e della prevenzione di atti illeciti. Dal primo giorno di insediamento, il sindaco Porro e l’assessore Nigro si relazionano costantemente con le Forze dell’Ordine e in particolare con la Polizia Municipale per migliorare costantemente il controllo del territorio, basandosi molto sulle segnalazioni dei cittadini saronnesi.

Il PDL cerca inoltre di far credere che ci sia affinità tra il pensiero delle forze di maggioranza con il modo di agire del centro sociale Telos, ma ciò è stato costantemente smentito dalle forti prese di posizione contrarie che l’Italia dei Valori, gli altri partiti di maggioranza e i singoli esponenti politici hanno espresso nel tempo e ogni qual volta si siano verificati atti illeciti riconducibili al centro sociale in questione.
Inoltre è stato detto che vi sono alloggi, di proprietà comunale, non occupati e che vengono mantenuti vuoti, ma chiunque può informarsi in Comune e verificare che anche questa affermazione è falsa. Al contrario, l’assessore Valioni è in costante relazione con l’ALER, cercando inoltre di accelerare la consegna di nuovi alloggi. Non dimentichiamo poi la cosa più importante: ogni famiglia che dovesse vivere momenti di forti difficoltà economico-abitative e che si dovesse rivolgere agli uffici dei Servizi Sociali, trova nell’amministrazione tutto l’aiuto possibile.

Quindi le disordinate dichiarazioni degli esponenti del PDL si sono rivelate un modo alquanto goffo per cercare di screditare l’amministrazione e il Sindaco, aggravate dal fatto che non sono accompagnate dalla ben che minima azione propositiva.
Auspico che le Forze dell’Ordine riescano a riportare una situazione di legalità, riuscendo a sgomberare lo stabile fatiscente, senza il minimo uso della forza. Spero inoltre per il futuro di trovare nelle opposizioni cittadine un confronto d’idee e non una fonte di accuse gratuite e inconsistenti che rischiano di minare ogni possibile dialogo costruttivo.

Stefano Sportelli
Consigliere comunale di Saronno
Italia Dei Valori

 

Pagina precedente