notizia

L'Arlecchino di Strehler al Teatro Giuditta Pasta

Notizia letta 7230 volte

Teatro Giuditta Pasta - Saronno 2012-11-16

Al centro della commedia troviamo Arlecchino, servo di due padroni, che, per non svelare il suo inganno e per perseguire il suo unico intento, ovvero mangiare a sazietà, intreccia all'inverosimile le vicende della storia creando solo equivoci e guai sempre maggiori.


Venerdì 16 novembre – ore 21.00
Sabato 17 novembre – ore 15.30 e ore 21.00
Domenica 18 novembre – ore 15.30

Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa in:
ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI
di Carlo Goldoni

regia Giorgio Strehler, messa in scena da Ferruccio Soleri
scene Ezio Frigerio, costumi Franca Squarciapino
musiche Fiorenzo Carpi
maschere Amleto e Donato Sartori
con Ferruccio Soleri (o in sostituzione Enrico Bonavera)
e con Enrico Bonavera, Giorgio Bongiovanni, Francesco Cordella, Alessandra Gigli, Stefano Guizzi, Pia Lanciotti, Sergio Leone, Tommaso Minniti, Katia Mirabella, Eugenio Olivieri, Stefano Onofri, Annamaria Rossano, Giorgio Sangati e i suonatori Gianni Bobbio, Franco Emaldi, Paolo Mattei, Francesco Mazzoleni, Elisabetta Pasquinelli

Al centro della commedia troviamo Arlecchino, servo di due padroni, che, per non svelare il suo inganno e per perseguire il suo unico intento, ovvero mangiare a sazietà, intreccia all’inverosimile le vicende della storia creando solo equivoci e guai sempre maggiori.

Perché vederlo?
Perché come diceva Giorgio Strehler la storia di Arlecchino è “memoria vivente”.
Perché questo spettacolo è una piccola “storia del teatro” che, da più di 60 anni, con strepitosa vitalità, conquista spettatori di ogni età e Paese.

 

Pagina precedente