notizia

Operazione trasparenza

Notizia letta 6451 volte

Uboldo Civica 2012-11-20

Per poter svolgere appieno il mandato assegnatogli dai cittadini, i Consiglieri Comunali devono poter consultare documenti e informazioni utili per assumere decisioni consapevoli e per svolgere la propria funzione di controllo. Il diritto di accesso agli atti è garantito loro dalla legge e da numerose norme del Comune di Uboldo (lo Statuto comunale, il Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, il Regolamento per l'accesso a informazioni, atti e documenti amministrativi).


Ciononostante, a Uboldo da troppi mesi l'Amministrazione comunale non risponde ad alcune richieste dei Consiglieri di “Uboldo Civica – CSU” Tavecchia e Pirotta. Si tratta di richieste di atti o di informazioni su questioni di grande importanza. Qualche esempio: si va dalla nuova palestra di via Ceriani ad una causa che ha visto coinvolto il Comune contro un cittadino uboldese, alla legittimità della revoca delle concessioni cimiteriali perpetue.

Nel mese di aprile avevamo presentato un'interrogazione consiliare per chiedere spiegazione di questo ritardo, che in alcuni casi ammontava a parecchi mesi. Ci era stato risposto che le richieste erano legittime e che, compatibilmente con il funzionamento degli uffici, sarebbero state soddisfatte. Oggi, a 7 mesi dall’interrogazione, non abbiamo ricevuto alcuna risposta.

Tale comportamento impedisce ai Consiglieri Comunali di svolgere pienamente il loro mandato e abbassa la qualità democratica delle istituzioni cittadine. La trasparenza non può limitarsi a qualche risposta a commenti graditi su un blog o sui social network. Non esiste vera democrazia senza vera trasparenza.

Per denunciare questa situazione grave e inaccettabile, Uboldo Civica darà il via ad una vera e propria OPERAZIONE TRASPARENZA: nei prossimi giorni pubblicheremo sul nostro blog (www.uboldocivica.it) tutte le richieste a cui il Comune non ha dato risposta, così che i cittadini possano sapere di cosa si tratta e da quanti giorni siamo in attesa. Invitiamo gli uboldesi a connettersi nei prossimi giorni, non resteranno delusi.

 

Pagina precedente