notizia

Famiglie in città

Notizia letta 1850 volte

Valeria Valioni 2014-07-03

Centro estivo allargato; mamme a scuola; sostegno alle famiglie con disabili e non autosufficienti. Tre esperienze e progetti diversi ma che ruotano intorno al pilastro della nostra società: la famiglia , con le sue ricchezze ed i suoi problemi.


1) Al via il centro estivo “allargato”
Il Centro estivo diurno per ragazzi e bambini ha un nuovo nome “Jemma Jones” ed una nuova durata: è infatti possibile iscriversi per tutte le settimane comprese tra il 7 luglio ed il 5 settembre, venendo incontro alle esigenze delle famiglie che non si muovono per le ferie nel mese di agosto.
La collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e la Cooperativa sociale City Service ha infatti portato a raggiungere questo risultato, richiesto da molte famiglie, senza costi aggiuntivi per il Comune né per le famiglie, la cui retta settimanale sarà uguale a quella del 2013 ( e tale resterà nei prossimi due anni).
La retta (80 €/ setti mana con la mensa, 44 € senza) comprende attività ricreative, sportive e laboratoriali, compresa piscina e una gita alla settimana. La Cooperativa ha un’ampia esperienza di servizi educativi ed il Centro non sarà un mero “parcheggio” , ma un luogo di gioco e di amicizia, dove i ragazzi potranno essere accolti, ognuno con la propria diversità, ed integrati in un progetto ludico e socializzante, accompagnati da educatori specializzati.

2) Mamme a scuola
Sabato 14 giugno si è svolta una bella e commovente intensa cerimonia- festa di premiazione di decine di mamme straniere (pakistane, marocchine, equadoregne, russe, palestinesi…) al termine del corso di italiano e di apprendimento di regole di “cittadinanza” per donne straniere attuato dalle due associazioni “Paolo Maruti” e “Centro di incontro”.
Mamme elegantissime ed emozionate, bambini multicolori e allegri e del buon cibo etnico per tutti. Nuove famiglie che imparano a vivere con noi in pace ed amicizia.

3) Sostegno alle famiglie con disabili e non autosufficienti
È già stato pubblicato il bando per l’assegnazione dei fondi a sostegno delle persone non autosufficienti (info sul sito del comune e presso i servizi sociali); a breve verrà pubblicizzato anche il fondo per il sostegno alle gravi disabilità (18-64 anni). In entrambi i casi la modalità di assegnazione presenta criteri nuovi: si parte dalla valutazione attenta ,
condotta da un’equipe di esperti, dei bisogni della persona ed il progetto viene “vestito” su misura, cercando di dare risposte efficaci alle necessità del disabile e della sua famiglia.

TRE ESPERIENZE E PROGETTI DIVERSI MA CHE RUOTANO INTORNO AL PILASTRO DELLA NOSTRA SOCIETÀ: LA FAMIGLIA , CON LE SUE RICCHEZZE ED I SUOI PROBLEMI.

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE STA AL FIANCO DELLE FAMIGLIE SARONNESI , NE VALORIZZA LE COMPETENZE, E, PER QUANTO POSSIBILE, SOSTIENE E PROMUOVE RISPOSTE EFFICACI ALLE SUE NECESSITÀ.

 

Assessore Servizi alla Persona, famiglia e solidarietà sociale
Valeria Valioni

 

Pagina precedente