notizia

Play off Pallavolo: Saronno - La Spezia 3-2

Notizia letta 1678 volte

Michela Garofalo - Pallavolo Saronno 2014-06-01

MILANO - Nemmeno il tempo di recuperare le forze dopo l'impresa di mercoledì 28 maggio a Massa che gli amaretti di coach Volpicella si trovano a dover combattere la più grande battaglia della loro stagione: gara 1 di finale Play Off per l'accesso alla serie B1. Col PalaDozio indisponibile Saronno sceglie come campo di gara il prestigioso Centro Pavesi di Milano che durante la stagione è stata la casa della serie A2 del PowerVolley.


Gli avversari dei varesini sono i liguri del Zephyr Trading La Spezia, che han liquidato in due gare i torinesi di Chieri, secondi nel girone degli amaretti.

Emozione, tremore alle gambe e palpitazioni durano ben poco, perché davanti a tantissimi spettatori provenienti da Saronno il match si fa subito caldo: il primo allungo lo firma La Spezia con Poli, due attacchi di Ballerio e Rolfi riportano subito gli amaretti in parità (4-4) e due toccate a muro permettono a Vecchiato e Cafulli di regalare il primo vantaggio a Saronno (8-6).

Vecchiato è scatenato al servizio (11-8 con un ace), Ballerio in contrattacco firma il 13-10 con gli amaretti avanti di due lunghezze al secondo time out tecnico che arriva su un attacco di Buratti (16-14).
Qualche leggerezza di troppo sottorete costa prima la parità (17-17) e poi l’allungo per La Spezia che piazza il break (17-20); Volpicella inserisce Pizzolon per Buratti al servizio e la mossa funziona: 20-20 con due attacchi di Ravasi in prima intenzione e di Cafulli.
Il finale di set è al cardiopalma, nessuna delle due formazioni concede spazio all’avversario; Rolfi tiene in piedi il cambio palla di Saronno, dall’altra parte del campo sono Tagliatti e Colombini a non sbagliare un colpo e si arriva al 24-24.

Saronno si conquista tre set point grazie a Cafulli e Ballerio, ma La Spezia risponde colpo su colpo (27-27) e si procura una possibilità per chiudere il set (27-28) subito annullata da Rolfi (28-28). La svolta arriva sul 29 pari quando Capitan Rolfi si procura la quinta palla set in attacco ed il muro di Cafulli fa esplodere il Pavesi portando Saronno sull’1-0 (31-29).

In avvio di secondo set regna ancora l’equilibrio, Vecchiato firma il 2-0 ma in un attimo La Spezia risponde con Poli (3-3); un muro del prorompente Rolfi ed un attacco di Ballerio portano gli amaretti a +3 (8-5) ma con pazienza gli ospiti grazie ad un attenta regia di Ragosa si rimettono in carreggiata ritrovando la parità (11-11).
Saronno ingrana la quinta e prima con Buratti (12-11) e poi con Ballerio rimette il muso davanti (15-12), un altro muro di Rolfi (saranno 6 a fine gara) vale il 17-13 ed un attacco di Buratti porta gli amaretti all’ipoteca del parziale (20-16), che infatti si chiude con un netto 25-19 con Cafulli e Vecchiato protagonisti nel finale.

Partita chiusa? Nient’affatto perché La Spezia non si abbatte e riparte forte con Saronno che inizia ad accusare la stanchezza dei cinque set di mercoledì sera: 1-4, 5-7 con Volpicella costretto al time out discrezionale. Un muro di Vecchiato vale la parità (8-8), ma i liguri allungano con Colombini (8-10) e poi con Tagliatti (9-12).
Un grande Rolfi prova a rimettere in carreggiata Saronno (12-13) ma al secondo time out tecnico La Spezia è ancora avanti (14-16); Volpicella si gioca la carta Pizzolon per Vecchiato e la mossa paga perché il Leone di Treviso trascina gli amaretti dal 16-20 al 20 pari, complici due ottimi contrattacchi di Cafulli. Il finale però questa volta premia gli ospiti che battono bene, contengono Buratti e Cafulli a muro e vanno a chiudere con Tagliatti (20-25) riaprendo la gara.

Saronno perde Buratti per una contrattura alla coscia accusata a fine set e schiera Cecchini. Dopo un breve equilibrio iniziale è La Spezia, sulla scia dell’entusiasmo del set vinto, a portarsi subito avanti (2-4, 3-5); Cafulli ricuce (4-5), ma sul 4-7 arriva la seconda tegola per Volpicella che perde Ravasi per un risentimento muscolare e butta nella mischia Chiofalo. Col morale a terra Saronno va sotto di 4 (6-10) con Colombini che non sbaglia un colpo; dentro Ghisa Pezzoni per Cafulli e gli amaretti si rifanno sotto (9-11), ma gli ospiti spingono al servizio ed allungano nuovamente (10-14). Sale in cattedra “the Doctor” Ballerio che riduce le distanze (14-16) per poi trasformare in oro ogni pallone attaccato (16-17).
Quando sembra rientrato nel set (18-19) Saronno torna a soffrire in ricezione con La Spezia che ne approfitta (20-22); Capitan Rolfi è l’ultimo ad alzare bandiera bianca (21-24) ma i liguri chiudono (21-25) col verdetto nelle mani del tie break.

Pallavolo SaronnoIl tie break è l’autentica dimostrazione di quanto sia lunga la panchina di Volpicella e soprattutto di quanto sia forte, caparbio e di grande cuore questo Saronno che non smette mai di stupire. Con Chiofalo, Pezzoni e Cecchini in campo la partenza degli amaretti è roboante: Capitan Rolfi in attacco firma il 2-1, si ripete per il 4-1 con Pezzoni che costringe coach Marselli al time out discrezionale sul 5-1. Una perla di Pezzoni vale il 7-3 e Ballerio in attacco manda le squadre al cambio campo sull’8-4; il Pavesi riprende vita ed incita costantemente gli amaretti che adesso ci credono: un muro di Cecchini su Colombini vale il 10-4, Pezzoni ne piazza un altro per l’11-4 ed a questo punto si tratta solo di gestire con intelligenza il cambio palla.
La Spezia affida a Tagliatti l’ultima speranza per rientrare nel match (11-6), ma Saronno non molla volando sul 13-6, con Cecchini in attacco che si procura il match point (14-8). L’ennesimo muro di Capitan Rolfi (15-8) fa esplodere il Pavesi consegnando gara 1 agli amaretti che a questo punto sabato prossimo andranno in terra ligure a giocarsi la possibilità di conquistare la promozione in B1.

È raggiante e stremato Volpicella a fine gara: “era un impegno molto difficile, arrivavamo da una maratona vinta al fulmicotone appena tre giorni fa e ripartire oggi con una squadra diversa non era affatto semplice. Il nostro approccio positivo ci ha permesso di conquistare ai vantaggi il primo set, nonostante gli 8 falli di invasione che abbiamo commesso e di aggiudicarci sullo slancio anche il secondo.
Purtroppo la  stanchezza e gli infortuni  hanno abbassato il nostro ritmo consentendo a La Spezia di rientrare in gara, ma al tie break siamo stati molto bravi a ribaltare il trend negativo con chi è subentrato a partita in corso che è risultato determinante per la vittoria finale. Sabato prossimo si ricomincia da capo, la nostra strada non è ancora finita e dovremo essere bravi a recuperare le forze ed a continuare a credere nelle nostre possibilità…se sarà così sarà un bel cinema.”

31-05-2014 PALLAVOLO SARONNO – PALLAVOLO ZEPHYR TRADING LA SPEZIA 3-2
(31-29, 25-19, 20-25, 21-25, 15-8)

Pallavolo Saronno: Ravasi 2, Cafulli 17, Rolfi 20, Buratti 9, Vecchiato 12, Ballerio 14, Verga (L), Chiofalo, Pizzolon 1, Pezzoni 7, Cecchini 4, n.e. Belotti, Zollino (L2)
Allenatori: Volpicella, Leidi

Pallavolo Zephyr Trading La Spezia: Ragosa, Tagliatti 17, Nannini 10, De Rosa 9, Poli 18, Colombini 21, Pozzatello (L), Giannarelli, n.e. Poggio, Scatizzi, Podesta, Paoletti, Botti
Allenatore: Marselli

 

Foto fornite da Michela Garofalo

 

Pagina precedente