notizia

Storie di Fili. Il cuore, la città, il mondo

Notizia letta 2817 volte

Museo G. Gianetti Saronno 2014-03-21

La metafora del filo come valore di unione, di intreccio, ma anche di delicatezza, sottigliezza e fragilità del legame che da sempre accompagna la storia sia nell'arte che nella vita, riunisce i temi della nascita e della morte come nel tema illustrato nella mitologia greca delle Moire o conduce all'uscita del labirinto Teseo dopo aver ucciso il Minotauro, o filo come attesa come in Penelope. Il filo è quindi elemento creatore di storie, di racconti e sarà proprio questo il filo conduttore che unirà cuore, città e mondo.


In mostra verranno esposte stoffe provenienti da tutto il mondo come gli Shoowa o "Velluti del Kasai", i Ntshak e le Tenture africane, i Nockshi Kantha indiani, le sete giapponesi e italiane, i tappeti e tessuti del Sud America oltre che attrezzature e telai per la lavorazione della lana, del cotone e della seta.

Si tratta di materiali appartenenti alle collezioni del COE con provenienze diverse che raccontano la storia di progetti della Fondazione della quale il Museo Gianetti fa parte, sia la diffusione del gesto del tessere nel mondo, non solo come attività di utilità pratica, ma anche sociale, simbolica e comunicativa.
Inoltre una sezione speciale verrà dedicata all’arte contemporanea con le opere della giovane artista Elisa Rossini dedicate al dolore, al ricamo e al filo come cura, la quale ha da sempre utilizzato il gesto rituale e ripetitivo del ricamare come strumento di analisi di sé stessa, degli altri o di determinati “spazi”. Uno strumento a volte utilizzato per rafforzare, marcare o sottolineare un dato già esistente, un dato oggettivo.

Una mostra con tanti eventi collaterali che come tanti fili su di una tela vogliono creare, ricamare un’unica storia che ne contenga tante altre. Una trama ed un ordito composta da un pubblico e dei collaboratori diversi, uniti per obiettivi comuni in modo da tessere insieme un opera che coinvolge non solo i singoli, ma anche la città e, nel senso più ampio, la cultura.


Nella foto:
Elisa Rossini, "Il cuore come un tamburo"

Dal: 22 marzo al 26 aprile 2014 3 martedì, giovedì, sabato 15.00-18.00.
Possibilità di prenotare in altre giornate per gruppi. Ingresso gratuito.
Inaugurazione sabato 22 novembre 2013 ore 18.00

In collaborazione con: Comune di Saronno
Con il patrocinio di: AISF - ONLUS
Con la partecipazione di: Associazione Rete Rosa ONLUS Saronno, Croce Rossa Italiana comitato locale di Saronno, MILS Museo delle Industrie e del Lavoro Saronnese, UNICEF gruppo di Saronno.

Per informazioni:
Museo G. Gianetti,
via F. Carcano 9 Saronno (Va) tel.fax 02 9602383
https://www.facebook.com/events/1483047501917182/






http://www.museogianetti.it/

 

Pagina precedente