notizia

Variety, prosa e operetta per un weekend spettacolare al Pasta

Notizia letta 1631 volte

Teatro Giuditta Pasta Saronno 2014-03-20

Si comincia giovedì 20 marzo con il duo comico Ale Franz ed il loro spettacolo "Lavori in corso"; venerdì 21 e sabato 22 marzo sarà messa in scena una produzione del Teatro dell'Elfo: "Rosso" di John Logan con Ferdinando Bruni e Alejandro Bruni Ocaa; la fine settimana si chiuderà con il Teatro Musica Novecento e "L'acqua cheta", operetta musicata da Giuseppe Pietri


Giovedì 20 marzo – ore 21.00
Ale e Franz
in:
LAVORI IN CORSO
scritto da Ale&Franz e Antonio De Santis
regia di Alberto Ferrari

Ale e Franz, duo comico molto amato dal grande pubblico grazie al successo riscosso a Zelig e in molti altri spettacoli televisivi torna a Saronno. Lo spettacolo nasce dal desiderio di poter sperimentare e far maturare nuove idee e suggestioni.
Per far parlare i personaggi, per farli interagire c’è bisogno inevitabilmente del palco, lasciando libero sfogo all’improvvisazione che da questo scaturisce.
In Lavori in corso ogni spettacolo partirà dall’esperienza della rappresentazione precedente, trasportando di sera in sera, tutto ciò che di nuovo lo ha arricchito. Ogni spettacolo sarà dunque diverso dall’altro. Non mancheranno momenti del repertorio classico della coppia comica, dalla panchina al noir, alternandoli a parti inedite.


intero € 25
ridotto (over65, gruppi organizzati) € 22
ridotto under30 € 18
ridotto under20 € 15

Venerdì 21 e sabato 22 marzo – ore 21.00
Ferdinando Bruni e Alejandro Bruni Ocaña
in:
ROSSO
di John Logan
regia, scene e costumi di Francesco Frongia
produzione Teatro dell'Elfo

RossoDa maggio 2012, oltre 20.000 spettatori a Milano e in tour hanno sancito il successo di Rosso il testo di John Logan scelto da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, tra le opere inedite in Italia del teatro angloamericano.
La pièce è ispirata alla biografia del pittore americano Mark Rothko, maestro dell’espressionismo astratto, che alla fine degli anni Cinquanta ottenne la più ricca commissione della storia dell’arte moderna, una serie di murali per il ristorante Four Season di New York. Puntando i riflettori proprio su quel periodo, Rosso mette in scena lo scontro tra generazioni di artisti: tra Rothko, un uomo maturo che fa i conti con se stesso, e Ken, giovane allievo alla ricerca di un “padre”.
Pittura ed estetica, etica e spiritualità, istinto e percezione, apollineo e dionisiaco, arte effimera o necessaria, quadri come merci e prodotti: tutti temi importanti che l’autore non teme di portare in scena, fino a farli diventare materia teatrale drammatica e struggente.

intero € 20
ridotto (over65, gruppi organizzati) € 15
ridotto under30 € 15
ridotto under20 € 12

Domenica 23 marzo – ore 15.30
Teatro Musica Novecento
in:
L’ACQUA CHETA
operetta in due atti di G. Pietri
regia di Alessandro Brachetti
orchestra “Cantieri d’Arte”
diretta da Stefano Giaroli

L'Acqua chetaAmbientata nella campagna toscana, tratta le vicissitudini di una famiglia borghese, mutando quindi la più comune e tradizionale locazione in contesti nobiliari altolocati.
Tratta da una commedia di Augusto Novelli, si svolge a Firenze, dove il vetturino Ulisse vive con la moglie Rosa e due figlie, Ida e Anita; la prima (l’acqua cheta) sembra la più seria e virtuosa, mentre la seconda non nasconde il suo amore per il falegname Cecco. Giunge alla casa un certo Alfredo, che si presenta come giornalista, per affittare una stanza da mamma Rosa; nessuno sa che in realtà è l’amante segreto di Ida.
Ida e Alfredo, sulla base di un piano già stabilito, fuggono di nascosto durante la notte. Solo grazie all’aiuto del buffo aiutante di casa Stinchi e del falegname Cecco i due furtivi innamorati saranno riportati a casa, ottenendo il perdono dei genitori di Ida. Ida potrà così sposare il suo Alfredo e Anita convolare a giuste nozze con il meritevole Cecco.

intero € 25
ridotto (over65, gruppi organizzati) € 22
ridotto under30 € 18
ridotto under20 € 15

 

Pagina precedente